Venere Medici

Documenti, citazioni, libri e foto dal mondo Wiki

Venere Medici

La Venere Medici è una statua greca ellenistica orginale in marmo, databile alla fine del I secolo a.C. e conservata nella Tribuna della Galleria degli Uffizi. Si tratta probabilmente di una copia da Prassitele, il cui prototipo è databile al IV-III secolo a.C. Esistono altri esemplari dell'opera antica, ma quello Medici è, nonostante alcuni restauri, il più famoso. Storia L'opera arrivò a Roma in un momento imprecisato dell'antichità e forse decorava villa Adriana a Tivoli. Nel Rinascimento... — | approfondisci »

Antoine Coysevox

Era nato a Lione da una famiglia immigrata dalla Spagna (il cognome si pronuncia Cozevo o Cuasvò). A soli 17 anni portò a termine una statua della Madonna di considerevole merito. Studiò presso Louis Lerambert e si esercitò realizzando copie in marmo dei capolavori della statuaria greca antica (ad esempio la Venere Medici e il Castore e Polluce). In seguito venne incaricato dal vescovo di Strasburgo, il Cardinale Fürstenberg, di decorare il suo château a Saverne. Nel 1666 sposò Marguerite... —

  • Nome: Charles Antoine Coysevox
  • Nazionalità: francese
  • Data Di Nascita: 29 settembre 1640
  • Luogo Di Nascita: Lione
  • Attività: scultore

Ercole Ferrata

statua di Sant'Anastasia per l'omonima chiesa di Roma, ispirata alla Beata Ludovica Alberoni del Bernini. Nel 1673 il granduca di Toscana Cosimo III lo pose a capo dell'accademia di Villa Madama a Roma (insieme allo scultore Ciro Ferri). Fu anche restauratore di opere antiche: operò sul torso rinvenuto durante i lavori per la chiesa di Santa Maria in Vallicella e, secondo alcune fonti, realizzò il braccio della Venere de' Medici. Suoi allievi furono Melchiorre Cafà e Giovanni Battista Foggini... — | approfondisci »

  • Nome: Ercole Ferrata
  • Nazionalità: italiano
  • Data Di Nascita: 1610
  • Luogo Di Nascita: Pellio Intelvi
  • Attività: scultore
  • Inoltre: , tra i massimi esponenti del barocco romano

Galleria degli Uffizi

Uffizi Gallery, Florence.jpg

fiamminghi (molti i Rubens) ed alcune preziose statue romane, come la celebre Venere Medici, un rarissimo originale greco al periodo che divenne a buon diritto fra le più importanti sculture della galleria. I Lorena Ormai spentasi la dinastia dei Medici nel 1737 dopo la morte di Gian Gastone, la sorella di quest'ultimo, Anna Maria Ludovica, con la Convenzione del medesimo anno, cedette le raccolte medicee alla dinastia dei Lorena, a patto che le opere restassero a Firenze ed inalienabili: fu l... — | approfondisci »

Villa Medici

, desideroso di radunare a Firenze tutte le collezioni medicee. Vennero così imballato e spedito via mare tutte quello che si poteva trasportare. Tra i pezzi più pregiati vi furono le statue romane nella Loggia dei Lanzi, la Venere Medici agli Uffizi, il Vaso Medici, un enorme cratere neoattico sempre agli Uffizi, l'obelisco di Boboli o la vasca in granito grigio proveniente forse dalle terme Alessandrine (l'elenco è molto più lungo e comprende un gran numero delle antichità agli Uffizi, a Palazzo Pitti ed... — | approfondisci »

Massimiliano Soldani Benzi

Massimiliano Soldani Benzi - The Sacrifice of Jephthah's Daughter.JPG

1709 convinse Soldani a ritrarlo in quella che è considerata la più bella medaglia del maestro . Oltre alle medaglie che lo resero una star del cesello, tra le altre sue opere più celebri la Venere dei Medici e il Fauno Danzante realizzate in bronzo da originali in marmo della collezione granducale per conto di John Churchill, primo Duca di Malborough, nel 1711. Ancora visibili nella Hall del Palazzo di Blenheim sono ritenute due meraviglie del patrimonio artistico inglese . Notevoli anche i... —

  • Nome: Massimiliano Soldani Benzi
  • Nazionalità: italiano
  • Data Di Nascita: Luglio 1656
  • Luogo Di Nascita: Montevarchi
  • Attività: pittore

Giovanni Bandini

Tra le sue opere si ricordano una Giunone a Palazzo Vecchio a Firenze, i rilievi del recinto del Coro di Santa Maria del Fiore (1547), in stile stiacciato, con Baccio Bandinelli, la statua cinquecentesca di Ercole che uccide l'Idra alla Villa Medicea di Camugliano (Ponsacco, provincia di Pisa) e le statue di Venere e i mostri marini nel giardino di Palazzo Budini Gattai. Sua è la celebre statua del granduca Ferdinando I de' Medici che si erge nel Monumento dei Quattro mori di Livorno (1595) e... — | approfondisci »

  • Nome: Giovanni Bandini
  • Nazionalità: italiano
  • Data Di Nascita: 1540
  • Luogo Di Nascita: Firenze
  • Attività: scultore

Elena Barozzi

Il 26 Febbraio di quell'anno Lorenzino viene infatti assassinato da due sicari "volterrani" (Bebo da Volterra e Cecchino da Bibbona), dopo esser a lungo sfuggito alla vendetta di Cosimo de' Medici. L'assassinio, organizzato da Giovanni Francesco Lottini per conto del Granduca, avviene proprio davanti al palazzo veneziano di Elena, in Campo San Polo. Elena, figlia del patrizio Alvise Barozzi e moglie del musicista veneziano Antonio Zantani, era considerata una delle donne più belle di Venezia... —

  • Nome: Elena Barozzi
  • Luogo Di Nascita: Venezia
  • Inoltre: è stata una patrizia veneta (di "casa vecchia"), amante di Lorenzino de' Medici, da cui ebbe una figlia, Lorenzina, nata nel 1547 o forse, postuma, nel 1548

Porcellana Ginori a Doccia

Carlo GinoriMedaglione web.jpg

però pole stare." Della buona riuscita dei diversi modelli Carlo Ginori chiede conto più volte al Bruschi durante il 1747 e l'attesa è testimoniata da una lettera in cui spera che "L'Amore e Psiche sia bene riescito, e messa assieme de due quello che riescirà meglio [..]". • Gaspero Bruschi, Venere che si cava la spina, (1747). Collezione privata. • Gaspero Bruschi, Venere dei Medici, (1747). Sesto Fiorentino, Museo Richard-Ginori della Manifattura di Doccia. • Gaspero Bruschi, Diana e Callisto... — | approfondisci »

  • Chopin non mette la sua soddisfazione nel fatto che le sue mani siano applaudite per la loro abile virtuosità da altre mani. Aspira ad un più bel successo. Le sue mani sono le fedeli serve della sua anima. E la sua anima è applaudita da gente che...
  • Egli ha spaccato molte zucche per pura arroganza, dimostrandosi poi tanto maligno, da sollevarle dal suolo e mostrare al publico che dentro erano vuote. (citato in Paolo Chiarini, Parola e immagini)
  • Essere appassiti, sfogliati, persino calpestati dai rudi piedi della sorte: questa, amico, è sulla terra la sorte del bello e del dolce. (da Germania fiaba d'inverno)

Alexandre Cabanel

1863 Alexandre Cabanel - The Birth of Venus.jpg

Biografia Allievo di François-Édouard Picot all'École des Beaux-Arts, ottenne il secondo Prix de Rome nel 1845 passando così cinque anni a Villa Medici a Roma. Ottenne grande fama con la Nascita di Venere, acquistata da Napoleone III nel 1863. Lo stesso anno fu nominato professore all'École des Beaux-Arts e membro dell’Académie des Beaux-Arts. Membro di giuria per 17 volte dal 1868 al 1888 del Salon, ne ricevette la medaglia d’onore nel 1865, 1867 e 1878. Fu pittore di storia, di genere e... —

  • Nome: Alexandre Cabanel
  • Nazionalità: francese
  • Data Di Nascita: 28 settembre 1823
  • Luogo Di Nascita: Montpellier
  • Attività: pittore

I milanesi ammazzano al sabato

I milanesi ammazzano al sabato (1969) è un romanzo di Giorgio Scerbanenco. Nell'ambito del filone giallo che diede il successo all'autore, è il quarto romanzo della fortunata serie di Duca Lamberti, il personaggio creato da Scerbanenco per Venere privata (1966) e sviluppato negli anni a seguire. Escluso dall'ordine dei medici per aver praticato l'eutanasia, Lamberti è ormai a tutti gli effetti un valente investigatore. Nel 2008, ispirandosi a questo romanzo, gli Afterhours hanno intitolato un... — | approfondisci »

Alessandro Allori

SMN Chiostro Grande n01.1 Alessandro Allori e G.M. Butteri, Trasporto del corpo di Cristo.JPG

, 1584. • Chantilly, Museo Condé: Sacra famiglia, firmata e datata, 1603 • Cortona, chiesa di Santa Maria Nuova: Nascita di Maria, firmata e datata, 1595 • Cracovia, Museo, Ritratto di Francesco I de' Medici, 1565. • Digione, Museo Magnin: Susanna e i vecchioni , firmata e datata, 1561 • Firenze, Uffizi, Crocefissione con san Giovanni e santa Maria Maddalena, ca 1552; Autoritratto, ca 1560; Sacrificio d'Isacco , 1560; Ercole e le Muse, firmata, 1568; Venere e Cupido, ca 1570; Ritratto di Giovanni... — | approfondisci »

  • Nome: Alessandro Allori
  • Nazionalità: italiano
  • Data Di Nascita: 31 maggio 1535
  • Luogo Di Nascita: Firenze
  • Attività: pittore
  • Inoltre: . Talvolta soprannominato Il Bronzino, dal nome del suo maestro, questo spesso genera confusione ed errori con Agnolo Bronzino