Tribunato Della Plebe

Documenti, citazioni, libri e foto dal mondo Wiki

Tiberio Sempronio Gracco (tribuno della plebe 133 a.C.)

senatori per il fatto che i romani uscirono piegati dalla presa di Numanzia e patteggiarono la pace non da vincitori ma da vinti. Il senato rimandò a Numanzia G. Osilio Mancino come prigioniero per causa di disonore, in secondo luogo non ratificò la pace che Tiberio aveva formulato; infine Scipione Emiliano fu inviato in terra numantina e nel 133 a.C ottenne il dominio della città[ Nicolet, I Gracchi o Crisi Agraria e Rivoluzione Romana, 1967]. Tribunato della plebe Fu eletto tribuno della plebe nel... — | approfondisci »

  • Nome: Tiberio Sempronio Gracco
  • Data Di Nascita: 163 a.C.
  • Luogo Di Nascita: Roma
  • Inoltre: fu un politico della Repubblica romana, tribuno della plebe nel 133 a.C., che fece approvare una legge agraria a favore del popolo e venne assassinato da sostenitori dei suoi nemici

De probrum

La locuzione de probrum è un termine legale latino, che vuol dire (accusato) di vita scostumata. Nel 50 a.C. Sallustio, dopo aver esercitato il tribunato della plebe, fu accusato de probrum e cacciato dal Senato per volere dei censori. Nel 49 a.C., grazie a Cesare, fu reintegrato. Voci correlate • Locuzioni latine • Lista di termini legali latini ... — | approfondisci »

Tribuno della plebe

città, in Storia Einaudi dei Greci e dei Romani, vol.13, Milano 2008. • Luca Fezzi, Il tribuno Clodio, Roma-Bari, Laterza 2008. Voci correlate • Plebei (storia romana) • Intercessio tribunicia • Tiberio Gracco • Caio Gracco • Lex Sacrata Collegamenti esterni • Aspetti del Tribunato della Plebe alle origini della Repubblica ... — | approfondisci »

Porta Collina

durante la prima secessione), dove aspettarono che il Senato ristabilisse finalmente l’istituto del tribunato della plebe ed abolisse l’odiato strapotere dei decemviri. La porta Collina, come anche la Viminale, l’Esquilina e la Querquetulana, risalgono quindi ad un periodo molto antico, circa un paio di secoli precedente a quello della costruzione delle mura serviane. Sembra infatti che le quattro porte originarie si possano far risalire all'ampliamento della città operato dal re Servio Tullio, che... — | approfondisci »

Marco Celio Rufo

M-T-Cicero.jpg

Allievo e amico di Marco Tullio Cicerone, che fu suo maestro nell'arte oratoria, si distinse durante la gioventù per aver intentato alcuni processi contro importanti esponenti dell'aristocrazia senatoria. Nel 56 a.C. fu però a sua volta accusato, anche dalla sua ex amante Clodia, di aver partecipato ad atti di violenza compiuti ai danni degli ambasciatori di Tolomeo XII Aulete, ma fu difeso dallo stesso Cicerone, che pronunciò l'orazione Pro Caelio, e assolto. Eletto al tribunato della plebe... — | approfondisci »

  • Nome: Marco Celio Rufo
  • Nazionalità: romano
  • Data Di Nascita: 82 a.C.
  • Luogo Di Nascita: Teramo
  • Attività: politico

Gaio Plinio Cecilio Secondo

'interessò, grazie all'influenza dello zio, sia allo stile lineare di Cicerone che a quello magniloquente dell'asianesimo. Nel 79 assistette all'eruzione del Vesuvio dal lato opposto del Golfo di Napoli in cui perse la vita il celebre parente. Inizia così la sua carriera insieme all'amico Tacito percorrendo tutte le tappe del cursus honorum. Tra l' 89 e il 90 ricopre il Tribunato della Plebe ed entra in senato; provenendo da una famiglia di cavalieri sarà perciò il primo della sua famiglia. Sotto Domiziano non... — | approfondisci »

  • Nome: Gaio Plinio Cecilio Secondo
  • Nazionalità: romano
  • Data Di Nascita: 7 dicembre 61
  • Luogo Di Nascita: Como
  • Attività: scrittore
  • Inoltre: , detto Plinio il Giovane per distinguerlo dall'omonimo zio Plinio il Vecchio

Storia d'Italia

Etruscan civilization italian map.png

state cancellate. I plebei iniziarono così una serie di proteste contro la classe dominante dei patrizi: nel 494 a.C., infine, si ritirarono in secessione sul colle Aventino. La situazione si risolse con l'istituzione della magistratura del tribunato della plebe e con il riconoscimento del valore legale delle assemblee popolari. Importanti acquisizioni furono anche la redazione, nel 450 a.C. da parte dei decemviri, delle leggi delle Dodici Tavole, che garantivano una maggiore equità in ambito... — | approfondisci »

Roma e le guerre con Veio

Central Italian Ancient Peoples.jpg

concessioni fra cui il tribunato della plebe con rappresentanti sacrosancti ovvero non toccabili fisicamente; chi avesse osato poteva essere ucciso senza tema di essere perseguito. Le discordie interne occuparono, fin dagli inizi, un ampio spazio nella politica di Roma. L'aristocrazia sembrava conoscere un solo modo di frenare le tensioni e i prodromi di rivolta dei plebei. Ogniqualvolta la tensione interna saliva oltre un livello considerato pericoloso, molto opportunamente giungevano notizie di... — | approfondisci »

Publio Clodio Pulcro

Maccari-Cicero.jpg

della plebe per il 58 a.C. Fu dunque promotore di un'attività legislativa particolarmente intensa, che contribuì nel complesso a indebolire il senato a favore delle assemblee popolari, e sancì, tra l'altro, l'esilio di Cicerone da Roma. Terminato il tribunato clodiano, l'aristocrazia senatoria si adoperò per cancellarne gran parte delle realizzazioni, mentre attorno a Clodio si radunarono gruppi di sostenitori, reclutati tra la plebe urbana, che diedero origine a numerosi disordini, contribuendo a... — | approfondisci »

  • Nome: Publio Clodio Pulcro
  • Nazionalità: romano
  • Data Di Nascita: 93 o 92 a.C.
  • Luogo Di Nascita: Roma
  • Attività: politico

Lucio Apuleio Saturnino

pubblicamente i senatori e insultò gli ambasciatori, che si lamentarono per la violazione della propria inviolabilità. Il senato colse al volo l'occasione e mise sotto processo Saturnino: poiché l'accusa doveva essere verificata da una corte composta da soli senatori, erano certi che Saturnino sarebbe stato condannato. Il giorno del giudizio, però, Saturnino riuscì a sollevare i popolo in suo favore e costrinse i giudici, impauriti dalla plebe, a dichiararlo innocente. Secondo tribunato Subito dopo il... — | approfondisci »

  • Nome: Lucio Apuleio Saturnino
  • Nazionalità: romano
  • Data Di Nascita: 130 a.C.
  • Attività: politico

Esercito romano

Il ponte di Cesare sul Reno.jpg

intermedie: curatore, legato, proconsole, ecc.; • Magistrature: questore, edile o tribuno della plebe, pretore e Console; • Sacerdozi. • Quelle Equestri:• Milizie equestri: prefetto di coorte, tribuno angusticlavio di legione, triplo tribunato a Roma (vigili, coorti urbane, coorti pretorie) prefetto d'ala; • Procuratele: di carattere palatino (uffici di Roma) e di diversa natura, cancelleresco o tributario (es. a studiis, ab epistulis, XX hereditatium), finanziario provinciale (di maggior rango in... — | approfondisci »

Gaio Aurelio Cotta

Il padre Marco Aurelio Cotta era stato pretore; la madre Rutilia Rufa era stata sposata dapprima con il fratello del padre, il console Lucio Aurelio Cotta, ed era sorella di Publio Rutilio Rufo, console nel 108 a.C. Lui stesso era zio materno di Gaio Giulio Cesare per parte della sorellastra Aurelia Cotta. Nel 92 a.C. difese in un processo lo zio Publio Rutilio Rufo, ingiustamente accusato di essersi macchiato di concussione in Asia. Era in stretti rapporti con il tribuno della plebe Marco... — | approfondisci »

  • Nome: Gaio Aurelio Cotta
  • Nazionalità: romano
  • Data Di Nascita: 124 a.C. circa
  • Attività: politico
  • Inoltre: , esponente della gens Aurelia