Testo Masoretico

Documenti, citazioni, libri e foto dal mondo Wiki

Testo masoretico

Il testo masoretico è la versione ebraica della Bibbia ufficialmente in uso fra gli ebrei. Viene spesso utilizzata come base per traduzioni dell'Antico Testamento da parte dei cristiani. Essa venne composta, edita e diffusa da un gruppo di ebrei noto come Masoreti fra il primo e il X secolo d.C. Contiene varianti, alcune significative, con la più antica versione greca detta dei Settanta. La parola ebraica mesorah (מסורה) si riferisce alla trasmissione di una... — | approfondisci »

Fonti del testo ebraico della Bibbia

autorevoli e fatte circolare come tali. Ma in un periodo successivo venivano scritte e fatte circolare delle edizioni revisionate dei libri pensate per sostituire le precedenti. Il processo di sostituzione di edizioni consecutive è stato solo parziale, in modo che le edizioni precedenti non smettessero mai completamente di esistere. Nell'antico Israele, la nuova edizione che sarebbe diventata il testo masoretico (quasi identica alla versione contenuta nella vulgata, nella peshitta, e nei manoscritti... — | approfondisci »

Fratelli di Gesù

Fratelli di Gesù (tradizionale).jpg

. Testo masoretico Nei 39 libri che compongono il testo masoretico, detto anche Antico Testamento ebraico, il termine ebraico e aramaico אח ( ah, si veda l'omofono e omologo arabo ﺍﺥ e siriaco ܐܚ) compare 635 volte, includendo i derivati (plurale, stato costrutto singolare e plurale, forma con suffisso pronominale). Secondo il Lexicon Hebraicum et aramaicum veteris testamenti dello Zorell, pietra miliare dello studio dell'ebraico biblico, il termine ampiamente polisemico può avere 12 significati... — | approfondisci »

Pentateuco samaritano

1212 (conservata a Manchester) e 1232 (New York). La terza copia, conservata nella sinangoa samaritana di Nablus, è dai samaritani ritenuta opera di Aronne, fratello di Mosè, risalente dunque al XII secolo a.C. Studi paleografici hanno invece mostrato la sua origine al XIII secolo d.C. Differenze col testo masoretico Sono circa 2000 le varianti riscontrabili tra il testo masoretico e quello samaritano. Tali alterazioni sono dovute: • a correzioni volontarie per rendere meglio testi oscuri, per... — | approfondisci »

Septuaginta

Codex Vaticanus B, 2Thess. 3,11-18, Hebr. 1,1-2,2.jpg

Masoretico Differenze nel canone Nella Versione dei Settanta troviamo anche dei libri non presenti nel canone ebraico definito nel I secolo d.C. e quindi col Testo masoretico, la versione più in uso presso gli ebrei. I seguenti libri sono invece entrati nel canone cattolico e quindi riportati nelle versioni latine successive. Essi sono detti deuterocanonici dai cattolici e apocrifi dai protestanti, che per l'Antico Testamento seguono il canone ebraico palestinese. I seguenti libri invece non sono... — | approfondisci »

Manoscritti biblici di Qumran

I Manoscritti biblici di Qumran sono tutti quei manoscritti di Qumran che contengono copie di manoscritti rientranti nel testo masoretico. Sono le più antiche fonti del testo ebraico della Bibbia, fanno parte dei manoscritti del Mar Morto e sono complementari ai manoscritti non biblici di Qumran. La loro scoperta ha fatto luce sulle differenze tra le varie versioni del vecchio testamento. Prima della scoperta si pensava che le differenze tra la versione septuaginta in greco e la versione del... — | approfondisci »

Manoscritti del Mar Morto

possesso di istituzioni o di privati. Importanza per il canone della Bibbia L'importanza dei rotoli è relativa al campo dell'ecdotica. Prima della scoperta dei rotoli del Mar Morto, i manoscritti più antichi della Bibbia in Ebraico erano nel testo masoretico del IX secolo, tra i quali troviamo il Codex Leningradensis. I manoscritti biblici trovati tra i rotoli del Mar Nero hanno spostato indietro la data fino al II secolo a.C.. Prima di questa scoperta, i più antichi manoscritti esistenti del... — | approfondisci »

Codex Leningradensis

Il Codice di Leningrado (Codex Leningradensis, L) è un manoscritto del testo masoretico della Bibbia in ebraico, realizzato su pergamena e datato 1008. Oltre al testo biblico vero e proprio presenta le varie notazioni prodotte dai masoreti. In alcuni punti fornisce esempi di decorazioni geometriche (p.es. il testo del canto di Miriam in Esodo, dopo il passaggio del mar Rosso, è disposto a forma di onde). L’autore, Šemû'ēl ben Ya'ăqōb, dichiara di averlo copiato al Cairo da un manoscritto... — | approfondisci »

Codex Aleppo

Il codice di Aleppo (inglese Aleppo Codex, ebraico Keter Aram Tzova) è il più antico manoscritto del testo masoretico della Bibbia ebraica, mancante della Torah dal 1947. Nella sua forma attuale è composto da 295 fogli su un totale originario di 487 (secondo alcuni 480). Le consonanti furono copiate dallo scriba Shlomo ben Buya'a in Palestina nel 925-930. Il testo venne poi verificato, vocalizzato e approvato dal caposcuola masoreta Aaron ben Moses ben Asher, operante a Tiberiade. Il Codice... — | approfondisci »

Manoscritti non biblici di Qumran

7Q5.jpg

Per Manoscritti non biblici di Qumran si intendono tutti quei manoscritti di Qumran che non sono contenuti nei canoni del testo masoretico. Fanno parte dei manoscritti del Mar Morto e sono complementari ai manoscritti biblici di Qumran. Principali manoscritti non biblici ritrovati a Qumran Regola della comunità Frammento 1QS. Il serek hayyahad, più comunemente chiamato "Regola della comunità" o "Il Manuale di disciplina", datato al 100 – 75 a.C. Questa è la copia di un regolamento... — | approfondisci »

Salmo 151

Il Salmo 151 è un breve salmo biblico che si trova nella maggior parte delle copie della traduzione greca dei Settanta ma non nel testo masoretico della Bibbia ebraica. È riconosciuto come canonico solamente dalla Chiesa ortodossa, mentre per le altre confessioni cristiane rappresenta un apocrifo dell'Antico Testamento. Numero del Salmo Riportando questo salmo i Settanta scrivono che il salmo è attribuito a Davide ed è fuori dalla numerazione. Normalmente è conosciuto con il numero 151... — | approfondisci »

Terra di Israele

Greater Israel map.jpg

della terra descritti dal testo in Ezechiele includono il confine settentrionale del Libano moderno, a est (direzione di Hethlon) fino a Zedad e Hazar-enan nella Siria moderna; da sud sud-ovest fino all'area di Busra sul confine siriano (area di Hauran in Ezechiele); segue il Fiume Giordano tra la Cisgiordania e la terra di Gilead fino a Tamar (Ein Gedi) sulla riva occidentale del Mar Morto; da Tamar a Meribah Kadesh (Kadesh Barnea), poi lungo il Ruscello d'Egitto (vedi dibattito più in basso) al... — | approfondisci »