Popolo Dell'italia Antica

Documenti, citazioni, libri e foto dal mondo Wiki

Camuno

Il termine camuno può riferirsi a:• Camuni o Camunni - in storia, popolo dell'Italia antica ubicato in Val Camonica. • Civiltà camuna - in storia e archeologia, cultura preistorica della Val Camonica nota principalmente per le Incisioni rupestri della Valcamonica. • Lingua camuna - in linguistica storica, lingua dei Camuni. • Dialetti camuni - in dialettologia, varietà del dialetto lombardo orientale parlate in Val Camonica. • nelluso comune, come aggettivo e sostantivo, a tutto ciò che... —

Camuni

Shepherd-c-026-027.jpg

I Camuni erano un popolo dell'Italia antica stanziato nell'Età del ferro (I millennio a.C.) in Val Camonica; vengono individuati anche con il nome latino Camunni, attribuito loro da autori del I secolo, o come antichi Camuni, per distinguerli dagli attuali abitanti della valle. Fra i massimi produttori di arte rupestri in Europa, il loro nome è legato alle celebri Incisioni rupestri della Val Camonica, delle quali tuttavia non furono gli unici autori, che costituiscono - stante la povertà di... — | approfondisci »

Stoni

Shepherd-c-026-027.jpg

Gli Stoni o Stoeni era un popolo dell'Italia antica, sottoclasse degli Euganei, stanziato nell'area geografica della Valle del Chiese, Val Sabbia, Val Vestino in provincia di Brescia e dalle Valli Giudicarie in Trentino . Storia Le origini Il loro villaggio-capitale era Stonos che per alcuni ricercatori, tra questi Federico Odorici e Scipione Maffei, corrisponderebbe all'attuale Vestone, mentre per altri a Storo o a Stenico . Dal nome del popolo degli Stoni deriva lo stesso toponimo di Ve... — | approfondisci »

Civiltà etrusca

Populonia Necropoli di San Cerbone Tomba.jpg

Gli Etruschi sono un popolo dell'Italia antica affermatosi in un'area denominata Etruria, corrispondente alla Toscana, all'Umbria fino al fiume Tevere e al Lazio settentrionale, con propaggini in Campania e verso la zona padana dell'Emilia-Romagna e della Lombardia, a partire dall'VIII secolo a.C. Nella loro lingua si chiamavano Rasenna o Rasna, in greco Tyrsenoi (ionico ed attico antico: Τυρσηνοί, Türsenòi; dorico: Τυρσανοί, Türsanòi, entrambi col significato di "Tirreni" e poi "Etruschi... — | approfondisci »

Corfinium

Ancient Sabina.png

Corfinium (oggi Corfinio) era un'antica città dell'Italia centrale, capitale del popolo dei Peligni. Scavi archeologici presso l'odierna Corfinio, in provincia dell'Aquila, hanno individuato la città nei pressi del fiume Aterno, a 345 metri sul livello del mare. Le indagini hanno evidenziato che la strada principale era la Via Valeria, sorta di proseguimento della Via Tiburtina e collegamento tra Roma e Pescara. Storia Capitale dei Peligni, antico popolo italico, fin dal I millennio a.C.... — | approfondisci »

Marruvium

Ancient Sabina.png

Marruvium (anche nell'italianizzazione Marruvio) era un'antica città dell'Italia centrale, principale centro del popolo dei Marsi sulle sponde del Lago del Fucino. Corrisponde all'attuale comune di San Benedetto dei Marsi, in provincia dell'Aquila. Storia Capitale dei Marsi, antico popolo italico, fin dal I millennio a.C., conservò tale ruolo fino all'assoggettamento a Roma, avvenuto nel tardo IV secolo a.C. Le informazioni sull'insediamento preromano sono tuttavia scarse; l'area era abitata... — | approfondisci »

Antinum

Ancient Sabina.png

Antinum (anche nell'italianizzazione Antino) era un'antica città dell'Italia centrale, importante centro del popolo dei Marsi nell'alta valle del Liri. Corrisponde all'attuale comune di Civita d'Antino, in provincia dell'Aquila. Storia Importante centro dei Marsi, antico popolo italico, fin dal I millennio a.C., conservò tale ruolo fino all'assoggettamento a Roma, avvenuto nel tardo IV secolo a.C.; divenne quindi municipio romano. Conobbe un ininterrotto sviluppo nel corso dei secoli. In età... — | approfondisci »

Lucania

Lucania map.jpg

La Lucania era una regione storica dell'Italia antica e corrispondeva al territorio nel quale le genti italiche di lingua osca si cristallizzarono nel popolo dei Lucani, a partire dal V secolo a.C. La regione comprendeva quasi tutta l'odierna Basilicata, con l'esclusione della zona settentrionale del Vulture (il territorio di Venosa) e della zona più orientale oltre il fiume Bradano dove si trova Matera, ma con l'aggiunta a ovest del Cilento e del Vallo di Diano. Territorio La Lucania era... — | approfondisci »

Operazione Antica Babilonia

l' Operazione Antica Babilonia talvolta nota anche come "Missione Antica Babilonia" o più semplicemnte "missione in Iraq", è il nome in codice della operazione di peacekeeping italiana iniziata nel luglio 2003 e terminata nel dicembre 2006 L'invio dei militari e gli scopi dell'operazione Nel mese di marzo 2003 inizia l'operazione "Iraqi Freedom" (OIF), o seconda guerra del golfo, da parte di una coalizione composta principalmente degli eserciti britannico e statunitense e da altri Stati. Il 1... — | approfondisci »

Luceoli

continuità dell'insediamento umano nella zona, dove infatti furono trovate importanti tracce dell'era neolitica e dove passava l'antica via Flaminia. Cenni storici Luceoli fu fondata dagli Umbri, popolo italico che si ritiene giunto in Italia nel II millennio a.C. Dopo la dominazione di Ikuvium (dal X al IV secolo a.C.) che era città umbra, fu certamente conquistata, con il territorio oggi costituente le Marche, dai Romani nel corso del IV e III secolo a.C. Grazie all'importanza e allo sviluppo della... — | approfondisci »

Attentati di Nasiriyya

Nassiriya - Funerali di Stato.jpg

Stati a contribuire alla rinascita dell'Iraq, favorendo la sicurezza del popolo iracheno e lo sviluppo della nazione. L'Italia partecipa attraverso la missione "Antica Babilonia" fornendo forze armate dislocate nel sud del Paese, con base principale a Nasiriyya, sotto la guida inglese. La missione italiana è iniziata il 15 luglio 2003 ed è un'operazione militare con finalità di peacekeeping (mantenimento della pace), che ha i seguenti obbiettivi: La missione termina il 1 dicembre 2006. Attentato... — | approfondisci »

Antonio Taramelli

val di Susa, Parma, s.n., 1903. • Sant'Antioco: iscrizione sepolcrale della necropoli dell'antica Sulcis, “Notizie degli scavi”, fasc. 10, 1903, pp. 535-536. • Teulada: ripostiglio di monete imperiali romane ed altre antichità rinvenute presso il villaggio di Teulada, “Notizie degli scavi”, fasc. 3, 1903, pp. 95-97. • Busachi: ricerche nelle tombe scavate nella roccia, dette domus de janas, in località Sa Pardischedda e Campumaiore,”Notizie degli scavi”, fasc. 5, 1904, pp. 210... — | approfondisci »

  • Nome: Antonio Taramelli
  • Nazionalità: italiano
  • Data Di Nascita: 14 novembre 1868
  • Luogo Di Nascita: Udine
  • Attività: archeologo