Monaci Certosini

Documenti, citazioni, libri e foto dal mondo Wiki

Gagliato

tra quei monaci e la gente del luogo fosse in atto un reciproco rapporto di laboriosità e di preghiera. Tempi remoti, di cui oggi non giunge altro che un’eco lontana, quanto suggestiva e toccante. Ancor vivo è invece il disappunto per l’insipienza di quanti permisero che i ruderi del vecchio convento passassero in mani private, e quindi manomessi e irrimediabilmente deturpati. La data di fondazione è alquanto problematica. Esiste tuttavia un documento che fa supporre che essa dovette essere... — | approfondisci »

Certosa di Trisulti

Trisulti chiesa.jpg

'elevato realismo e la complessa costruzione prospettica. Nella farmacia si possono vedere i vasi in cui erano conservate le erbe medicamentose e i veleni estratti dai serpenti. Interessante il giardino antistante la farmacia in cui le siepi di bosso ripropongono forme animali: un tempo era l'orto botanico. Galleria fotografica Voci correlate • Monaci certosini • Filippo Balbi Collegamenti esterni • immagini della Certosa di Trisulti • Sito sull'universo certosino ... — | approfondisci »

Certosa

La_Grande_Chartreuse_2005-10-28.jpg

Una certosa è un monastero di monaci certosini, di norma situato in zone solitarie. La derivazione del nome Il nome deriva dalla Grande Certosa (Grande Chartreuse), monastero principale dell'Ordine Certosino, che si trova sul massiccio della Chartreuse sulle Alpi francesi a nord della città di Grenoble in val d'Isère. In origine la costruzione venne data da Sant'Ugo di Grenoble a San Bruno nel 1084. In questo monastero San Bruno costituì l'ordine monastico. Hanno detto Il famoso poeta... — | approfondisci »

Chartreuse (liquore)

La chartreuse è un liquore prodotto dai monaci certosini nelle cantine della certosa di Voiron in Val d'Isere nella Francia meridionale. È chiamato così dal monastero della Grande Chartreuse dove era prodotto in origine, situato nelle prealpi della Chartreuse. Oggi il liquore è prodotto in una fabbrica nei pressi di Voiron, sotto la supervisione dei monaci del monastero. Storia La Chartreuse nacque nel 1605 quando i monaci certosini di Vauvert (Parigi), nel luogo dell'attuale Giardino del... — | approfondisci »

Philip Gröning

Terroristen! (1993), L'amour, l'argent, l'amour (2001) ed Il grande silenzio (2005), documento sulla vita dei monaci certosini. Attualmente sembra che il regista stia pensando di girare una pellicola sulla vita del filosofo tedesco Martin Heidegger. Collegamenti esterni ... —

  • Nome: Philip Gröning
  • Nazionalità: tedesco
  • Data Di Nascita: 7 aprile 1959
  • Luogo Di Nascita: Düsseldorf
  • Attività: regista

Vallone del Gravio

trasformato queste terre: il momento principale di questo fenomeno è avvenuto quando una comunità di monaci Certosini ha costruito la certosa di Montebenedetto. Ora questa Certosa, da secoli abbandonata, è visitabile. ... — | approfondisci »

Regina di Sassonia-Meiningen

Biografia Regina nacque a Würzburg, come la più giovane tra i figli nati dal matrimonio del principe Giorgio di Sassonia-Meiningen, duca titolare di Sassonia-Meiningen, e della contessa Clara Maria di Korff. Regina è stata l'unica dei suoi fratelli e sorelle ad aver avuto figli: dei due fratelli maggiori, Antonio Ulrico morì all'età di vent'anni, ucciso in battaglia durante la seconda guerra mondiale, mentre Federico Alfredo prese gli ordini tra i monaci certosini, rinunciando ai suoi... — | approfondisci »

  • Nome: Regina di Sassonia-Meiningen
  • Nazionalità: tedesca
  • Data Di Nascita: 6 gennaio 1925
  • Luogo Di Nascita: Würzburg
  • Attività: nobile
  • Inoltre: è stata un membro della Casata di Wettin; per matrimonio era Principessa titolare della Corona d'Austria, Ungheria e Boemia, dal momento che i titoli nobiliari sono stati aboliti in queste nazioni e la legge ne proibisce l'utilizzo

Certosa di San Giacomo

Castelli XVIII 21551.jpg

fondazione godé di ampi privilegi concessi dalla regina Giovanna che i monaci certosini riuscirono a mantenere nei secoli successivi, nonostante le alterne vicende che segnarono la vita del reame napoletano nei secoli XIV-XVI. Seppero far risorgere il monastero anche dalle incursioni piratesche, che flagellarono l'isola e la costiera amalfitana nella prima metà del '500, ricostruendo e ampliando il monastero con l'aggiunta del chiostro cinquecentesco. Con Gioacchino Murat, nel 1808, i beni della certosa... — | approfondisci »

Enzo Romeo

Mannelli - 2005), librodvd con il reportage esclusivo sulla clausura dei monaci certosini. • “L'Oscar color porpora - Rodríguez Maradiaga, voce dell'America Latina” (Àncora, Milano - 2006), dedicato a uno dei cardinali latinoamericani più impegnati nel rinnovamento della Chiesa e nella lotta alla povertà. • “Ricordi d'un dissepolto” (Rubbettino, Soveria Mannelli - 2008), la storia familiare di un poeta che racconta il dramma del terremoto di Reggio e Messina. • “Come funziona il Vaticano” (Àncora... —

  • Nome: Enzo Romeo
  • Nazionalità: italiano
  • Data Di Nascita: 1959
  • Luogo Di Nascita: Siderno
  • Attività: giornalista

Certosa di Pavia

sostegni dei chiostri, in attesa di più dignitose soluzioni architettoniche, furono dei piloni quadrati in laterizio. Le funzioni religiose venivano provvisoriamente celebrate nel refettorio, l'unico ambiente dalle dimensioni adatte per accogliere l'intera comunità dei Certosini, fatta di monaci e fratelli conversi. La chiesa, destinata a divenire mausoleo dinastico dei Duchi di Milano, era stata pensata in dimensioni grandiose, con una struttura a tre navate inusuale per l'Ordine Certosino e fu... — | approfondisci »

Certosa di Vigodarzere

durante le ultime guerre la Certosa è attualmente abbandonata. Dopo le distruzioni causate dalla guerra della Lega di Cambrai, i monaci Certosini di Padova ricostruirono il loro monastero in un'ansa del fiume Brenta, sui terreni che il vescovo aveva donato all'Ordine. A partire dal 1534, fino al 1560, grazie all'opera di due celebri architetti dell'epoca: Andrea Moroni e Andrea Da Valle, i lavori vennero portati a termine con grande soddisfazione dei monaci che si insediarono nel nuovo importante... — | approfondisci »

Certosino (liquore)

francese Enrico IV, François Hannibal d’Estrèes, si presentò ai monaci Certosini a Vauvert, vicino Parigi, con un manoscritto alchemico che conteneva una ricetta per un elisir di lunga vita nel 1605. La ricetta in seguito arrivò al monastero Grande Chartreuse di Voiron, vicino a Grenoble. Da allora è stato utilizzato per produrre l’Elixir Vègètal de la Grande Chartreuse. I monaci consideravano il loro liquore una medicina. La ricetta è stata ulteriormente migliorata nel 1737 dal frate Gérome Maubec... — | approfondisci »