Luce Solare

Documenti, citazioni, libri e foto dal mondo Wiki

Polarizzazione della radiazione elettromagnetica

rifrazione diversi lungo due direzioni ortogonali. Il materiale deve avere uno spessore che rispetta l'equazione , dove è la lunghezza d'onda della radiazione nel vuoto e la differenza tra l'indice di rifrazione massimo e il minimo. Polarizzazione della luce solare diffusa La luce solare diffusa, cioè la luce che arriva a terra dopo essere stata riflessa dall'atmosfera, ha una certa percentuale di polarizzazione. Questo fenomeno si può dimostrare facilmente considerando le molecole d'aria come... — | approfondisci »

Colore della pelle umana

Unlabeled Renatto Luschan Skin color map.png

. Mentre la pelle scura protegge la vitamina B, può anche portare a una deficienza in vitamina D. Il vantaggio della pelle più chiara sta nel bloccare meno efficacemente la luce solare, e quindi nel favorire la produzione di vitamina D , necessaria per l'assorbimento del calcio e la crescita ossea. Questo ha portato all'introduzione di latte arricchito con vitamina D in alcuni paesi. Le tonalità più chiare della pelle femminile potrebbero dipendere dal fabbisogno maggiore di calcio durante la... — | approfondisci »

Fotofosforilazione

La fotofosforilazione è la produzione di ATP che sfrutta l'energia della luce solare. Nella fotofosforilazione l'energia luminosa è usata per creare un gradiente energetico che va da un donatore ad alta energia verso un accettore a bassa energia. Come in una diga poi gli elettroni si muovono spontaneamente dal primo al secondo attraverso una catena di trasporto degli elettroni e il loro moto è sfruttato per la produzione di ATP. ... — | approfondisci »

Actinodermatosi

Con actinodermatosi si definisce un gruppo di affezioni cutanee (dermatiti o dermatosi) causate dalla luce solare, come gli eritemi. L'azione nociva del sole si esplica attraverso sostanze fotosensibilizzanti. Ad esempio nella dermatite pigmentaria da acqua di Colonia, alcune sostanze contenenti nel bergamotto sono responsabili della sensibilizzazione della cute verso le radiazioni luminose. ... — | approfondisci »

Raggi crepuscolari

Crepuscular rays with reflection in GGP.jpg

I raggi crepuscolari sono fasci di luce solare che sembrano irradiarsi da un unico punto del cielo. Questi raggi appaiono sotto forma di fasci luminosi divergenti inframmezzati da zone d'ombra. Il nome deriva dal fatto che sono frequentemente visibili durante le ore crepuscolari, all'alba e al tramonto, quando il contrasto tra chiarore e oscurità è più evidente. I raggi crepuscolari sono in realtà paralleli, ma sembrano divergere a causa della prospettiva. Il fenomeno ottico è osservabile... — | approfondisci »

Zona eufotica

La zona eufotica (o zona fotica; i termini vengono dal greco e significano ben illuminata) è una zona, di un dato ecosistema acquatico, in cui si ha un livello ottimale di luce solare in entrata, sufficiente a permettere la fotosintesi da parte delle piante e dei batteri fotosintetici. Come conseguenza, si ha che la produzione primaria di materia organica derivante dalla fotosintesi supera il consumo di materia organica derivante dalla respirazione. ... — | approfondisci »

Fogbow

Il fogbow (in italiano: arco di nebbia) è un fenomeno ottico e meteorologico provocato dalla riflessione e rifrazione della luce solare contro le pareti delle gocce d'acqua in sospensione che costituiscono la nebbia. Visivamente si presenta come un arco (o un cerchio) simile all'arcobaleno, ma acromatico (di colore bianco) a causa delle relativamente ridotte dimensioni delle gocce d'acqua (<0,05 mm) che non permettono la dispersione della luce e, di conseguenza, la sua separazione nei colori... — | approfondisci »

Carl David Anderson

Biografia Nato da genitori svedesi immigrati nei primi anni del '900 negli Stati Uniti, è noto per avere dimostrato che l'irraggiamento della luce solare può trasformarsi in elettricità, grazie alla distribuzione spaziale degli elettroni, provenienti da differenti gas compresi nei raggi X. Nel 1932, a seguito delle sue costanti ricerche in ascensione stratosferica, scoprì l'esistenza dell'elettrone positivo, confermando la teoria di Dirac, e aggiudicandosi il Premio Nobel per la fisica nel... —

  • Nome: Carl David Anderson
  • Nazionalità: statunitense
  • Data Di Nascita: 3 settembre 1905
  • Luogo Di Nascita: New York
  • Attività: fisico

Abbronzatura

L' abbronzatura è quel fenomeno per il quale la pelle umana si scurisce in seguito all'esposizione ai raggi ultravioletti (UV) provenienti dalla luce solare o da luci artificiali, quali le lampade al quarzo. Perché la pelle si inscurisce? Il cambiamento di colore della pelle è dovuto al maggior rilascio del pigmento melanina da parte delle cellule della pelle in seguito alle radiazioni solari. La melanina è prodotta dai melanociti, che sono uno specifico tipo di cellule situati nell... — | approfondisci »

  • Di qui l'allarme, finalmente, preso sul serio. Ma di qui anche la necessità di capire che il rientro nell'ambito della respirazione regolare comporta non solo un rallentamento quantitativo, ma una "mutazione" vera e propria, qualitativa, della...

Lampada allo xeno

Xenon-flash-lamp (it).svg

La lampada allo xeno è una particolare lampada ad arco che utilizza gas xeno per produrre una luce molto intensa e bianca simile alla luce solare. Tipi Esistono tre tipi di lampade allo xeno, tutte costituite da un tubo in vetro o quarzo con due elettrodi di tungsteno alle estremità e riempito di gas xeno dopo avervi praticato il vuoto. Ad arco corto Questo tipo è divenuto comune solo di recente con l'uso nei fari delle automobili (dove è però necessario un circuito elevatore di tensione... — | approfondisci »

Zona afotica

La zona afotica è una porzione di un oceano (o di un lago) non esposta alla luce solare per via della profondità dell'acqua che non permette la penetrazione della radiozione luminosa. In questa zona non si incontra altra luce se non quella prodotta tramite bioluminescenza. La profondità della zona afotica può veriare di molto in base alla torbidità dell'acqua e al periodo dell'anno. Questa zona si trova direttamente al di sotto della zona fotica, la porzione di mare direttamente illuminata... — | approfondisci »

Effetto notte (tecnica)

Nel cinema, l effetto notte (day for night in inglese) è una tecnica utilizzata per simulare un'ambientazione notturna anche se le riprese sono effettuate alla luce solare. La ragione del ricorso a questa tecnica risiedette inizialmente nella necessità di sopperire a problemi fotografici dell'impressione della pellicola: al descrescere della luminosità occorre infatti una maggiore sensibilità della pellicola stessa, dato che nella ripresa cinematografica non è possibile agire sul tempo di... — | approfondisci »