Linguaggio Assemblatore

Documenti, citazioni, libri e foto dal mondo Wiki

Assembly

L'assembly, o linguaggio assemblatore è, tra i linguaggi di programmazione, quello più vicino al linguaggio macchina vero e proprio. Erroneamente viene spesso chiamato "assembler" anche se quest'ultimo identifica il programma che converte il linguaggio assembly in linguaggio macchina. Caratteristiche generali dell'assembly L'assembly ha lo scopo generale di consentire al programmatore di ignorare il formato binario del linguaggio macchina. Ogni codice operativo del linguaggio macchina viene... — | approfondisci »

MacsBug

MacsBug è un debugger a basso livello (linguaggio macchina e linguaggio assemblatore) per i sistemi operativi Macintosh precedenti al Mac OS X. MacsBug è un acronimo di Motorola Advanced Computer Systems Debugger, ideato per distinguerlo da Macintosh Debugger; in più questi processori Motorola 68000 avevano la scritta MACSS stampata in superficie . La versione originale fu sviluppata dalla Motorola come debugger generico per i suoi sistemi basati su 68000. Fu portato al Mac come strumento per... — | approfondisci »

Assembler

Un assembler (assemblatore in italiano) è un software che trasforma le istruzioni mnemoniche dell'assembly in linguaggio macchina. Si tratta dunque di un compilatore per un particolare linguaggio assembly. Il termine assembler deriva dal fatto che le istruzioni vengono convertite e montate una accanto all'altra come se fossero in fila. Ci sono molti tipi di linguaggi assembly e di conseguenza diversi assemblatori: esistono gli assembler per programmare i microchip, per creare programmi sul... — | approfondisci »

Indirezione

eliminata dai processori in architettura RISC, nei quali i passi indicati sopra devono essere scritti esplicitamente. Un esempio in linguaggio assemblatore: Nella sua accezione più comune il termine indirezione si riferisce all'utilizzo di puntatori, che sono l'equivalente dell'indirizzamento indiretto in un linguaggio di programmazione ad alto livello. In questi linguaggi, gli indirizzi di memoria sono indicati mediante nomi simbolici detti variabili, ed il termine puntatore viene utilizzato per... — | approfondisci »

Fortran

commerciale per la sua mancanza di portabilità), il FORTRAN IV nel 1961, il FORTRAN 66 nel 1966, il FORTRAN 77 nel 1977, il Fortran 90 nel 1990, il Fortran 95 nel 1995, il Fortran 2003 nel 2003 e il Fortran 2008 nel 2008. Il FORTRAN II introdusse la possibilità di compilazioni separate, il FORTRAN III la possibilità di usare espressioni booleane (o logiche) e quella di inserire "in linea" codice in linguaggio assemblatore (cioè di mescolare istruzioni Fortran e istruzioni in linguaggio assemblatore). Fu... — | approfondisci »

Benoît Minisini

Biografia Inizia lo studio del linguaggio BASIC sul suo primo computer, un CPC Amstrad 464. Dopo un po' di tempo si appassiona alla scrittura di linguaggi, compilatori, assemblatori ed interpreti e sviluppa per questo computer un assemblatore Z80 ed un linguaggio interpretato. Il suo secondo acquisto è un Atari 520 STE, su cui continua lo studio del BASIC e della programmazione. Iscritto all' E.P.I.T.A. (Ecole pour l'Informatique et les Tecniquees Avancées), un istituto scolastico con... —

  • Nome: Benoît Minisini
  • Nazionalità: francese
  • Data Di Nascita: 1972
  • Luogo Di Nascita: Parigi
  • Attività: informatico
  • Inoltre:  a cui si deve la nascita del linguaggio di programmazione Gambas, disponibile per piattaforme Linux

Commodore Plus/4

Plus4 komplett.jpg

BASIC 3.5. Erano presenti comandi specializzati per l'I/O, per la grafica e per il suono, oltre ad un utilissimo assemblatore/disassemblatore per il linguaggio macchina (TEDmon). Tutto ciò costituì un notevole miglioramento rispetto al C64. A ciò si aggiunga la notevole palette offerta dal TED, ben 121 colori, che era molto per quell'epoca. L'assenza di un sintetizzatore all'altezza e l'assenza degli sprite, unito ad un costo elevato, tuttavia, decretarono l'insuccesso di questa macchina, dovuto... — | approfondisci »