Libri Sapienziali

Documenti, citazioni, libri e foto dal mondo Wiki

Libro sapienziale

I Libri Sapienziali nell'Antico Testamento della Bibbia cristiana sono libri didattici o di etica morale. Essi hanno lo scopo di insegnare la Sapienza. Sono presentati in forma poetica e quindi vengono anche detti Libri Poetici, per lo stile immaginifico e il fraseggio elegante e musicale. La Bibbia ebraica inserisce questi libri nella più ampia raccolta dei Ketuvim. Elenco dei libri sapienziali I Libri Sapienziali sono sette: 1. Libro di Giobbe parla della filosofia del dolore 2. Salmi è... — | approfondisci »

Libro della Sapienza

Il Libro della Sapienza o Sapienza di Salomone o semplicemente Sapienza (greco Σοφία Σολομώντος, sofía solomóntos, "sapienza di Salomone"; latino Sapientia) è un testo contenuto nella Bibbia cristiana (Settanta e Vulgata) ma non accolto nella Bibbia ebraica (Tanakh). Come gli altri libri deuterocanonici è considerato ispirato nella tradizione cattolica e ortodossa, mentre la tradizione protestante lo considera apocrifo. È scritto in greco e la sua redazione è ipotizzata ad Alessandria d... — | approfondisci »

Salmi

FecampBibleFol238rIncipPsalms.jpg

prescriveva l'uso esclusivo durante il culto. Nel corso del XIX-XX secolo, nel culto delle chiese evangeliche i salmi sono stati progressivamente sostituiti dagli inni. Nei libri di canto ne rimangono alcuni, spesso parafrasati o ridotti a qualche espressione. Oggi il canto dei Salmi è in corso di rivalutazione . . Uso cattolico Nella Chiesa cattolica i salmi vengono regolarmente utilizzati nella liturgia eucaristica e nella liturgia delle ore. I salmi sono anche il fondamento della preghiera... — | approfondisci »

Qoelet

considerati sapienti . È composto da 12 capitoli contenenti varie meditazioni sapienziali sulla vita, molte delle quali caratterizzate da un tenore pessimistico ("tutto è vanità"). Etimologia L'etimologia del termine ebraico Qohèlet, deriva dal participio presente femminile del verbo qahal che significa convocare, adunare, "radunare in assemblea". Letteralmente dovremmo tradurre Qohèlet, participio presente femminile, con l'animante, nel senso di colei che anima il discorso, l animatrice. La... — | approfondisci »

Cantico dei cantici

Il Cantico dei Cantici o semplicemente Cantico (ebraico שיר השירים, shìr hasshirìm, Cantico sublime; greco Άσμα Ασμάτων, ásma asmáton; latino Canticum (canticorum)) è un testo contenuto nella Bibbia... — | approfondisci »

Libro dei Proverbi

sapienziali. Etimologia Il termine Proverbi deriva dall'ebraico Mëshalim (tradizione), che ha un significato più vario rispetto a proverbio, in quanto oltre a proverbio, indica un genere letterario che comprende poemi di contenuto religioso e morale, satire, discorsi di contenuto comparativo, oracoli, sentenze popolari, massime, indicazioni di condotta sessuale per i giovani e consigli matrimoniali per ogni età e tanto altro. Molti credenti pensano che quando si ha un problema, su questo libro si può... — | approfondisci »

Libro di Giobbe

Job-Blake.jpg

responsabile in solido delle proprie azioni, il bene degli uni ricade sugli altri e così il male, i meriti e le colpe dei padri si riversano sui figli. Questa regola è chiaramente espressa da Deuteronomio e Levitico . Il libro dei Giudici ed i libri dei Re mostrano come tale principio si applica nel corso della storia. Anche i grandi profeti si muovono in questa prospettiva. 2. retribuzione terrena individuale: essa è chiaramente espressa in Ezechiele : ognuno è responsabile delle proprie azioni e viene... — | approfondisci »

Ketuvim

La raccolta del Ketuvìm (in ebraico כתובים, in italiano Scritti o raramente Agiografi) è composta da 13 Libri sapienziali contenuti nella Bibbia. Comprende scritti di varie categorie: salmi, libri di saggezza, annali storici. Tehillim - Salmi Il significato del nome del libro è "lodi". I Tehillim sono una raccolta di 150 canti liturgici, composti in epoche diverse da ben dieci autori fra cui Mosè, Abramo, i figli di Korach e, ovviamente, Davide e Salomone. Il libro, come la Torà, è... — | approfondisci »

Giobbe

Job-Blake.jpg

Giobbe è un patriarca idumeo e l'eroe del Libro di Giobbe, libro dei Ketuvim della Bibbia ebraica e classificato dai cristiani tra i libri sapienziali dell'Antico Testamento. L'equivalente arabo è Ayyub (أيوب Ayyūb), la variante turca è Eyüp, e il significato del suo nome è "perseguitato", che "sopporta le avversità". Giobbe rappresenta l'immagine del giusto la cui fede è messa alla prova da parte di Dio. I cattolici ne festeggiano la santità il 10 maggio. Una moschea di Istanbul porta questo... — | approfondisci »

Sapienza

Filosofia • Aristotele indicava con sapienza ciò che dagli studiosi del suo pensiero è stato in seguito definito come metafisica. Luoghi • Chiesa di Sant'Ivo alla Sapienza, chiesa costruita da Borromini a Roma. • Palazzo della Sapienza, prima sede dell'Università di Pisa. • Sapienza Università di Roma, la maggiore università di Roma. Religione • I Libri Sapienziali • Libro della Sapienza, uno dei libri della Bibbia. • La sapienza è un concetto teologico. ... —

Angelo Penna

1963; volume secondo: Libri sapienziali, Libri profetici / traduzione di Angelo Penna • La Sacra Bibbia, tradotta da Enrico Galbiati, Angelo Penna, Piero Rossano, Torino, UTET 1964, 2 edizione riveduta; volume secondo: Libri sapienziali, Libri profetici / traduzione di Angelo Penna • La Sacra Bibbia di Selezione dal Reader's Digest, tradotta da Enrico Galbiati, Angelo Penna e Piero Rossano, Milano 1968; volume secondo: Libri sapienziali, Libri profetici / traduzione di Angelo Penna • Storia... —

  • Nome: Angelo Penna
  • Nazionalità: italiano
  • Data Di Nascita: 22 aprile 1917
  • Luogo Di Nascita: Pereto
  • Attività: religioso

Olio di nardo

specie di "nardo", identificabile con diverse piante, in una gamma che vanno dalla lavanda alla valeriana e al vero nardo (in termini moderni Nardostachys jatamansi). È stato parte della erboristeria Ayurvedica tradizionale indiana. In seguito è citato nel Cantico dei Cantici, uno dei libri sapienziali della Bibbia . Se ne parla nel Vangelo. . Ne faceva uso Maria di Betania, sorella di Lazzaro e di Marta di Betania, tanto che in una occasione, durante un pranzo a Betania, ne usò una quantità... — | approfondisci »