I Millennio

Documenti, citazioni, libri e foto dal mondo Wiki

I millennio a.C.

Il I millennio a.C. è iniziato il 1º gennaio dell'anno 1000 a.C. ed è finito il 31 dicembre dell'anno 1 a.C. Quindi l'ultimo anno dell'ultimo decennio di ciascuna delle righe della tabella precedente appartiene al secolo successivo, mentre il numero 0 non è stato assegnato ad alcun anno. Avvenimenti Europa Invenzioni, scoperte, innovazioni ... — | approfondisci »

I problemi del Millennio

I problemi del Millennio: I sette enigmi matematici irrisolti del nostro tempo è un libro in cui il matematico Keith Devlin affronta in maniera accessibile al grande pubblico una tematica complessa quale è quella di descrivere i sette problemi matematici per la risoluzione dei quali il Clay Mathematics Institute ha posto in palio la cifra di un milione di dollari. Centinaia di matematici studiano da anni come risolvere questi problemi il cui solo enunciato, alla maggior parte dei profani... — | approfondisci »

Anatolici

Lycian Kings Tombs-Dalyan.JPG

Con il nome di Popoli anatolici o semplicemente Anatolici si indica un insieme di popoli indoeuropei che, tra il II e il I millennio a.C., erano stanziati in Anatolia. È attestata la presenza nella regione fin dagli inizi del II millennio di numerosi popoli anatolici: i Palaici, gli Ittiti, i Luvi, i Lici; nel I millennio a.C. quelle stesse popolazioni si erano evolute in quelle storicamente note con i nomi di Lidi, Cari, Pisidi, Sidetici e ancora Lici. Non si sa esattamente quando gli... — | approfondisci »

Imbersago

Imbersago2.jpg

Imbersàgo (Imbersàch in brianzolo) è un comune di 2360 abitanti Storia Il I millennio La preistoria Imbersago non dispone di sufficienti reperti per poter vedere delineata la propria storia nell'antichità. La Carta Archeologica della Provincia di Lecco non cita nessun importante ritrovamento per Imbersago , né per i paesi vicini del Meratese, ma si teme che l'intenso sviluppo degli ultimi secoli abbia sacrificato gli antichi reperti nella costruzione di parchi e palazzi. Nonostante questo... — | approfondisci »

Cronologia della musica fino al 1599

II millennio a.C. I millennio a.C. I secolo d.C. II secolo III secolo IV secolo V secolo VI secolo VII secolo VIII secolo IX secolo X secolo XI secolo • Guido d'Arezzo (992 ca.-1050 ca.) introduce il primo sistema di scrittura diastematica, una scrittura, cioè, che permetteva di indicare le diverse altezze delle note da intonare. XII secolo XIII secolo XIV secolo XV secolo XVI secolo XVII secolo Voci correlate ... — | approfondisci »

Teoria kurganica

Canegrate e poi di Golasecca, uno villanoviano, riconducibile agli Italici, che si estende dall'Emilia-Romagna alla foce del Tevere con insediamenti sparsi anche al sud in particolare nella zona del salernitano, infine il gruppo venetico (o proto-veneto) della civiltà atestina in Veneto. La civiltà villanoviana e atestina sono probabilmente da inquadrare come fenomeni regionali della più vasta e antica cultura protovillanoviana diffusa in Italia fra il XII e il X sec a.C. . I millennio a.c. Note... — | approfondisci »

Latino-falisci

Italie -800.JPG

'insediamento in Italia I Latino-falisci o Protolatini erano un gruppo di popolazioni indoeuropee stanziate solamente in Italia a partire dal II millennio a.C. Spesso inseriti nel gruppo italico insieme agli altri Indoeuropei presenti solo in Italia (gli Osco-umbri), i Protolatini provenivano dall'Europa centrale dove convivevano con altre popolazioni indoeuropee; intorno al XIII secolo a.C. migrarono nella Penisola italica, occuparono la costa tirrenica tra le attuali Toscana e Calabria e si sovrapposero... — | approfondisci »

Abbigliamento

dettata dall'abbigliamento: essendo gli altri appartenenti alle comunità primitive coperti, l'uomo nudo percepiva la propria diversità dalla norma ed era portato ad equipararsi agli altri per non essere "escluso". L'adozione di forme di abbigliamento agli albori della civiltà umana è quindi dovuta sia ad un fattore funzionale (protezione del corpo) sia a fattori di altra natura (simbolici, religiosi, psicologici, ecc.). Dal Neolitico al I millennio a.C. Si suppone che durante gli ultimi millenni... — | approfondisci »

Persia

Persian_Empire,_490_BC.gif

Reza Pahlavi chiese formalmente alla comunità internazionale di riferirsi al Paese con il suo nome originario, Iran. Alcuni studiosi protestarono contro questa decisione perché il cambio di nome avrebbe separato il Paese dalla sua storia. Nel 1959, lo scià annunciò che sia il nome di Persia che quello di Iran potevano essere usati indifferentemente. Storia Dalla Preistoria al I millennio a.C. L'attuale altopiano iranico è abitato sin dalla Preistoria da genti che praticavano l'agricoltura, la... — | approfondisci »

Episodi di Oz (seconda stagione)

La seconda stagione di Oz è andata in onda originariamente nel 1998. E così sia • Titolo originale: The Tip • Diretto da: Nick Gomez • Scritto da: Trama Antiche tribù • Titolo originale: Ancient Tribes • Diretto da: Uli Edel • Scritto da: Trama I grandi del millennio • Titolo originale: Great Men • Diretto da: Bob Balaban • Scritto da: Trama Fidati di me • Titolo originale: Losing Your Appeal • Diretto da: Keith Samples • Scritto da: Trama Affari di famiglia • Titolo originale... —

Pisidi

Pisidia.PNG

I Pisidi furono un popolo indoeuropeo del ramo anatolico, storicamente stanziato nella parte centro-meridionale dell'Anatolia (I millennio a.C.), in Pisidia. Probabili eredi storici degli Ittiti e dei Luvi preesistenti nella regione, furono presto sottomessi all'Impero persiano. Dei Pisidi si conservano testimonianze scritte della loro lingua originale, varietà tarda del ramo anatolico delle lingue indoeuropee: il pisidio, strettamente imparentata con il licio e il sidetico . Note... — | approfondisci »

Lingue osco-umbre

Le lingue osco-umbre sono una famiglia linguistica indoeuropea attestata nell'Italia continentale da metà del I millennio a.C. ai primi secoli del I millennio d.C. Parlate dai popoli osco-umbri, sono dette anche lingue sabelliche. Il rapporto con le "lingue italiche" In passato si è ritenuto che le lingue osco-umbre costituissero un ramo di una famiglia indoeuropea più ampia, quella delle lingue italiche, composta anche dal latino, dal falisco e da altre lingue affini e parallela, per esempio... — | approfondisci »