Grafico Della Funzione

Documenti, citazioni, libri e foto dal mondo Wiki

Epigrafico (matematica)

In analisi matematica, l'epigrafico di una funzione definita su un insieme è l'insieme di punti che stanno al di sopra o sul grafico della funzione: Se è un sottoinsieme di , l'epigrafico è un sottoinsieme di . Proprietà Convessità Nell'ipotesi: Una funzione è convessa se e solo se il suo epigrafico è un insieme convesso. Funzioni lineari L'epigrafico di una funzione affine reale è un semispazio di . Semicontinuità Una funzione è inferiormente semicontinua se e solo... — | approfondisci »

Integrale di Lebesgue

RandLintegrals.svg

In matematica, l integrale di una funzione può essere visto, nel caso più semplice, come l'area tra il grafico della funzione e l'asse delle x. La prima formalizzazione dell'idea di integrale si ha con il concetto di integrale di Riemann. Non tutte le funzioni sono integrabili nel senso di Riemann, un esempio classico è dato dalla funzione di Dirichlet. La nozione di integrale di Lebesgue estende l'integrale a una classe di funzioni più grande; inoltre estende i domini nei quali queste... — | approfondisci »

Rapporto incrementale

Il rapporto incrementale di una funzione reale di variabile reale relativo ad un numero reale diverso da 0 chiamato incremento della variabile è dato dal rapporto tra l'incremento (che la funzione subisce quando la variabile varia da ad ) e lo stesso incremento . Come si può vedere dal grafico a fianco, rappresenta il coefficiente angolare della retta secante che interseca il grafico della funzione nei punti di ascisse e . Quando l'incremento tende a , la retta secante... — | approfondisci »

Funzione suriettiva

Surjection.svg

allora tracciando sul suo piano cartesiano una qualsiasi retta parallela all'asse x questa intersecherà il grafico della funzione almeno una volta. Proprietà Voci correlate ... — | approfondisci »

Cosecante

Csc.svg

In trigonometria la cosecante è una funzione definita come il reciproco del seno e indicata solitamente con la notazione csc: . Poiché il seno di un angolo è nullo quando l'angolo e pari a k (k intero), la cosecante è definita sul dominio dei reali privati dei multipli interi di . In conseguenza di ciò, il grafico della funzione cosecante (vedi figura a lato) ha asintoti verticali per x=k . In un triangolo rettangolo, la cosecante di un angolo acuto corrisponde al rapporto fra l... — | approfondisci »

Subdifferenziale

Il subdifferenziale è un concetto matematico utilizzato nello studio delle funzioni convesse. Sia f:R →R una funzione convessa non necessariamente differenziabile; si definisce il subdifferenziale di f in x come: Si dice che è un subgradiente in x . Un subgradiente quindi individua un iperpiano di supporto al grafico della funzione, e viceversa. Ad esempio in R un subgradiente è il coefficiente angolare della tangente al grafico in x (o la derivata della funzione che la definisce), come... — | approfondisci »

Cosenusoide

In matematica, per cosenusoide si intende una curva che rappresenta il grafico di una funzione coseno. Formula Ogni cosenusoide può essere descritta mediante formule diverse, che presentano solo differenze formali: . è l'ampiezza Il grafico della funzione sarà compreso tra le rette e è la pulsazione o la frequenza angolare È il valore che indica quanti periodi ci sono in un intervallo di 2 è la frequenza Indica quante volte in un'unità di tempo la funzione si ripete è il... — | approfondisci »

Sinusoide

In matematica, per sinusoide si intende una curva che rappresenta il grafico di una funzione seno. Formula Ogni sinusoide può essere descritta mediante formule diverse, che presentano solo differenze formali: . è l'ampiezza Il grafico della funzione sarà compreso tra le rette e è la pulsazione o la frequenza angolare È il valore che indica quanti periodi ci sono in un intervallo di 2 è la frequenza Indica quante volte in un'unità di tempo la funzione si ripete è il periodo... — | approfondisci »

Scala mel

Mel scale.PNG

frequenze è di tipo logaritmico. La scala mel è una funzione definita a tratti nel seguente modo: Il nome mel deriva dalla parola melodia ad indicare che la scala è basata su confronti di altezze (pitch). Grafico Di seguito il grafico della funzione mel: Note ... — | approfondisci »

Metodo grafico

In matematica, data un'equazione della forma , il metodo grafico è un procedimento di calcolo che ha il fine di determinare intervalli della retta reale che contengono una sola radice. I casi tipici in cui si usa questo metodo sono quelli in cui la funzione da studiare non si riduce ad un polinomio di grado inferiore al quarto (altrimenti infatti sono noti metodi diretti di calcolo algebrico delle soluzioni) ma risulta abbastanza dominabile con gli strumenti del calcolo infinitesimale e del... — | approfondisci »

Disequazione esponenziale

disequazione esponenziale, ci si può affidare anche al grafico della funzione esponenziale. Per una risoluzione grafica della disequazione, è necessario mantenere da una parte del segno di disuguaglianza la funzione esponenziale, portando tutto il resto dall'altra parte del segno maggiore o minore. A questo punto si disegna sul grafico la funzione esponenziale e la funzione rappresentata da tutto ciò che sta al di là del segno della disequazione. Si verifica poi facilmente il campo di valori per cui la... — | approfondisci »

Curva di luce

201 Penelope light curve.png

In astronomia, una curva di luce è un grafico che mostra l'andamento della luminosità in funzione del tempo. La luce è in genere di una particolare frequenza o banda spettrale. Le curve di luce possono essere periodiche, come nel caso delle binarie a eclisse, delle variabili Cefeidi e di altre variabili, oppure aperodiche, come le curve di luce di una nova, di una variabile cataclismica, o di una supernova. Lo studio delle curve di luce, assieme ad altre osservazioni, può dare molte... — | approfondisci »