Giove Feretrio

Documenti, citazioni, libri e foto dal mondo Wiki

Tempio di Giove Feretrio

Roma Romolo 753aC png.png

Il tempio di Giove Feretrio fu il primo tempio costruito a Roma (il secondo dedicato a Giove è di origine etrusca, vale a dire il tempio di Giove Ottimo Massimo). L'origine del termine Feretrius alcuni lo attribuirono al verbo latino "ferire" (colpire), ponendolo in relazione al fatto che le spoglie del capo nemico caduto in battaglia (spolia opima) erano poi offerte a Giove Feretrio ("che colpisce") sul Campidoglio. Altri autori invece lo identificarono con il verbo latino "ferre" (portare... — | approfondisci »

Bellona (divinità)

Rodin Bellona p1070045.jpg

Bellona è una figura della mitologia romana, dea della guerra e con origini incerte, identificata dai Greci con Enio. Possedeva un importante tempio ad Aletrium A Roma, il suo tempio si trovava fuori della città, nei pressi della Porta Collina. In esso il senato romano riceveva gli ambasciatori stranieri. Nelle vicinanze del tempio, si ergeva una piccola colonna, contro la quale il sacerdote di Giove Feretrio gettava la lancia in segno di dichiarazione di guerra: cerimonia passata alla... —

Spolia opima

Spolia opima (in latino letteralmente "bottino abbondante", dove il termine Ops significa appunto ricchezza) si riferisce all'armatura, alle armi e agli altri effetti che un generale romano aveva tratto come trofeo dal corpo del comandante nemico ucciso in singola tenzone. Dovevano essere offerte nel tempio di Giove Feretrio sul Campidoglio. Benché i Romani riconoscessero e mettessero in mostra altre specie di trofei - quali le insegne ed i rostri delle navi nemiche -, le spolia opima erano... — | approfondisci »

Viridomaro dei Gesati

combattimento uccise con le sue mani Viridomaro e ne consacrò sul campo le spoglie Giove Feretrio. Le sorti della battaglia si volsero a favore dei Romani e, dopo la sua vittoria, Marcello poté aiutare il resto dell'armata romana presso Mediolanum, che era la capitale degli Insubri. Il racconto delle spoglie opime spolia opima, vale a dire prese dal comandante romano dopo aver ucciso lui stesso il capo avversario, ha segnato fortemente la letteratura romana e assicurato il tramandarsi del ricordo di... —

  • Nome: Viridomaro
  • Nazionalità: gallo
  • Attività: principe
  • Inoltre: , che guidò gli Insubri e i Gesati nella battaglia di Clastidium (222 a.C.), in cui essi furono rovinosamente sconfitti dai Romani

Battaglia di Clastidium

uccidendolo di persona. La distruzione dell'esercito degli Insubri spianò ai Romani la strada di Milano, capitale nemica, che fu conquistata dopo breve assedio. La battaglia di Clastidium, che fu quindi il preludio della prima unificazione italiana, divenne tra le più celebri della storia romana. La nota epica dello scontro diretto tra i comandanti fece sì che Marcello, che consacrò le spolia opima (ricche vesti) di Virdumaro a Giove Feretrio, divenisse protagonista di una delle più antiche opere della... — | approfondisci »

Trionfo

Arch of Titus Menorah.png

Il trionfo era il massimo onore che nell'antica Roma veniva tributato con una cerimonia solenne al generale che avesse conseguito un'importante vittoria. Il primo a ottenerlo fu Romolo, il quale dopo aver ucciso il re dei Ceninensi, poté celebrarlo percorrendo la via Sacra nel foro romano e salire sul Campidoglio, deponendo nel tempio di Giove Feretrio le spolia opima. Non fu invece possibile per il triumphator utilizzare un cocchio, per percorrere questo tragitto, come accadde in seguito, a... — | approfondisci »

Casteggio

fortificata, lo dice Livio), conobbe i Romani nel 223 a.C. quando i Marici furono dai primi indotti a un'alleanza contro gli Insubri. Poco dopo, nel 222 a.C., gli Insubri, appoggiati da mercenari celti provenienti dalla valle del Rodano, attaccarono la località, ma furono sconfitti dai Romani prontamente giunti in soccorso al comando del console Marco Claudio Marcello. Egli stesso uccise il comandante avversario Virdumaro, e ne consacrò le ricche vesti (spolia opima) a Giove Feretrio. La battaglia di... — | approfondisci »

Romolo

Roma Romolo 753aC png.png

spolia opima a Giove Feretrio, fondando sul Campidoglio il primo tempio romano. Eliminato il comandante nemico, Romolo si diresse contro la loro città che cadde al primo assalto, Gli stessi Fasti trionfali celebrano per l'anno 752/751 a.C.: Tale evento era, invece, avvenuto secondo Plutarco, basandosi su quanto raccontato a sua volta da Fabio Pittore, solo tre mesi dopo la fondazione di Roma (nel luglio del 753 a.C.). Dopo la vittoria sui Ceninensi fu la volta degli Antemnati. La loro città fu... — | approfondisci »

  • Nome: Romolo
  • Data Di Nascita: 24 marzo 771 a.C.
  • Luogo Di Nascita: Alba Longa
  • Inoltre: gemello di Remo, è stato il fondatore eponimo e primo re di Roma.