Gens Anicia

Documenti, citazioni, libri e foto dal mondo Wiki

Gens Anicia

La gens Anicia era una delle famiglie della Repubblica e dell'Impero romano. Personaggi dal nome Anicio (Anicius) appaiono nel II secolo a.C., per lo più col cognomen Gallus. Tra i membri più importanti: Stemmata • • Sesto Anicio Fausto Paoliniano • Anicio Fausto, console 298, praefectus urbi 299• Sesto Anicio Fausto Paolino, console 325, praefectus urbi 331-333 • Amnio Anicio Giuliano, console 322, praefectus urbi 326-329• Marco Giunio Cesonio Nicomaco Anicio Fausto Paolino• Anicio Paolino... — | approfondisci »

Anicio Auchenio Basso (console 431)

Apparteneva alla nobile gens Anicia ed era figlio di Anicio Auchenio Basso, console del 408. Nel 425 ricopriva la carica di comes rerum privatarum alla corte d'Occidente; l'anno successivo era prefetto del pretorio, forse d'Italia. Nel 431 fu console, scelto dalla corte occidentale e con Flavio Antioco come collega. Nel 435 ricoprì per la seconda volta la carica di prefetto del pretorio d'Italia. Avanzò delle accuse contro papa Sisto III che causarono un'ispezione a Roma. Note... — | approfondisci »

  • Nome: Flavio Anicio Auchenio Basso
  • Inoltre: fu un politico dell'Impero romano

Anicio Auchenio Basso (console 408)

Apparteneva alla nobile gens Anicia ed era probabilmente figlio dell'omonimo praefectus urbi del 382 e di Tirrenia Onorata; ebbe un figlio omonimo, console nel 431. Fu l'autore di alcuni versi incisi sulla tomba di Monica, madre di Agostino d'Ippona. Nel 408 fu console prior con Flavio Filippo come collega. Note Bibliografia ... — | approfondisci »

  • Nome: Anicio Auchenio Basso
  • Nazionalità: romano
  • Attività: politico
  • Inoltre: fu un politico dell'Impero romano

Amnio Anicio Giuliano

Anicio Giuliano era membro della gens Anicia, discendente da un ramo originario della Byzacena che aveva raggiunto il patriziato alla metà del III secolo. Suo figlio fu Amnio Manio Cesonio Nicomaco Anicio Paolino, console del 334. Giuliano fu console del 322 e praefectus urbi dal 13 novembre 326 al 8 settembre 329. Lucio Aurelio Avianio Simmaco lo reputò il più ricco e influente personaggio della sua epoca, e gli dedicò un epigramma. Bibliografia ... — | approfondisci »

  • Nome: Amnio Anicio Giuliano
  • Inoltre: fu un politico dell'Impero romano

Sesto Anicio Fausto Paolino

Biografia Appartenente alla gens Anicia, suo padre era probabilmente Anicio Fausto, suo fratello Amnio Anicio Giuliano (console del 322). Anicio Paolino era probabilmente suo figlio o suo nipote. Va forse identificato con quell'Anicio che fu il primo senatore di gran nobiltà a convertirsi pubblicamente al Cristianesimo. Proconsole d'Africa, nel 325 divenne console prior con Giulio Giuliano; tra il 331 e il 333 tenne l'importante carica di praefectus urbi di Roma. Bibliografia ... — | approfondisci »

  • Nome: Sesto Anicio Fausto Paolino
  • Inoltre: fu un politico dell'Impero romano

Anicio Auchenio Basso (prefetto 382)

Apparteneva alla nobile gens Anicia ed era figlio di Amnio Manio Cesonio Nicomaco Anicio Paolino, console nel 322 e praefectus urbi nel 334-335; sposò Tirrenia Onorata, da cui ebbe un figlio omonimo, console nel 408. Fu praefectus urbi di Roma nel 382. Bibliografia ... — | approfondisci »

  • Nome: Anicio Auchenio Basso
  • Inoltre: fu un politico dell'Impero romano

Amnio Manio Cesonio Nicomaco Anicio Paolino

Biografia Anicio Paolino apparteneva alla potente gens Anicia dell'epoca costantiniana: suo padre era, infatti, Amnio Anicio Giuliano, console del 322. Il nome di Anicio Paolino mostra come all'epoca la sua famiglia, molto influente, fosse alleata con molte altre potenti famiglie. Paolino fu praefectus urbi di Roma nel 334-335 e console nel 334. Fece erigere una statua equestre a Costantino I nel Foro Romano; questa statua, di cui rimane una dedica, era collocata o a occidente della Cloaca o... — | approfondisci »

  • Nome: Amnio Manio Cesonio Nicomaco Anicio Paolino iunior Onorio
  • Nazionalità: romano
  • Attività: politico
  • Inoltre: fu un politico dell'Impero romano, console del 334

Flavio Anicio Petronio Probo

Biografia Appartenente alle gens Anicia, Petronia e Olybria, era il figlio di Sesto Petronio Probo (console nel 371) e di Anicia Faltonia Proba, una poetessa cristiana; i fratelli maggiori furono Anicio Ermogeniano Olibrio e Anicio Probino (consoli nel 395). Nel 400 circa era questore eletto (dall'imperatore), nel 406 fu console; un esemplare del suo dittico consolare è conservato nel Museo del tesoro della cattedrale di Aosta, e raffigura Onorio. Bibliografia Fonti primarie Fonti... — | approfondisci »

  • Nome: Flavio Anicio Petronio Probo
  • Inoltre: fu un politico dell'Impero romano d'Occidente

Anicia Faltonia Proba

Biografia Apparteneva ad una famiglia di alto rango ed era imparentata con la gens Petronia, con la gens Olybria e con la gens Anicia. Suo padre era Quinto Clodio Ermogeniano Olibrio (console nel 379), suo marito Sesto Petronio Probo (console nel 371), da cui ebbe Anicio Ermogeniano Olibrio (console nel 395), Anicio Probino (console col fratello nel 395), e Anicio Petronio Probo (console nel 406); sua nipote era Demetria e sua nuora Anicia Giuliana, la moglie di Olibrio. Nel 395 era già... — | approfondisci »

  • Nome: Anicia Faltonia Proba
  • Inoltre: fu una esponente dell'aristocrazia romana

Anicio Probino

Appartenente alla nobile gens Anicia, Probino era figlio di Sesto Petronio Probo, uno dei più influenti uomini della sua epoca e console nel 371, e di Anicia Faltonia Proba; era dunque fratello di Flavio Anicio Ermogeniano Olibrio, Anicio Probo e Anicia Proba. Secondo una ricostruzione, Probino sarebbe stato il padre di Petronio Massimo, brevemente imperatore nella primavera del 455. Fu cresciuto col fratello Olibrio a Roma, dove era nato. Divise assieme al fratello il consolato per l... — | approfondisci »

Flavio Anicio Massimo

Biografia Massimo era discendente dell'imperatore romano Petronio Massimo e membro come lui della nobile gens Anicia; il padre era Volusiano, console del 503, e aveva un fratello di nome Marciano e uno zio paterno di nome Liberio. Massimo si sposò una prima volta nel 510, poi ottenne, ancora in giovane età, il consolato in Occidente sine collega per l'anno 523: in tale occasione ottenne il permesso di re Teodorico di celebrare l'evento con delle venationes al Colosseo, gli ultimi giochi mai... — | approfondisci »

  • Nome: Flavio Anicio Massimo
  • Nazionalità: romano
  • Attività: senatore
  • Inoltre: fu un senatore romano e patricius di Roma, all'epoca parte del regno degli Ostrogoti. Celebrò gli ultimi giochi nell'anfiteatro flavio

Papa Felice III

Biografia Felice nacque una famiglia senatoriale romana, la gens Anicia; sembra che prima di accedere agli ordini sacri, sia stato sposato ed abbia avuto un figlio, Gordiano, padre a sua volta del futuro Papa Agapito I e di Palatino, a sua volta padre di un secondo Gordiano e nonno di Papa Gregorio I. In realtà di Felice, titolare di Fasciolae, non si conosce nulla di certo fino a quando non successe a papa Simplicio (483). L'eresia monofisita A quella data la Chiesa era ancora nel... — | approfondisci »

  • Nome: Felice III
  • Luogo Di Nascita: Roma
  • Inoltre: al secolo Felice Anicio fu il 48° papa della Chiesa cattolica, che lo venera come santo. Regnò dal 13 marzo 483 alla sua morte