Fosfatasi Alcalina

Documenti, citazioni, libri e foto dal mondo Wiki

Fosfatasi

Le fosfatasi () sono una classe di enzimi idrolasi che catalizzano la rimozione di gruppi fosfato. In pratica, rappresentano i catalizzatori biochimici della reazione di defosforilazione. In relazione al pH in cui operano, si distinguono due tipi di fosfatasi: la fosfatasi acida (ACP) e la fosfatasi alcalina (ALP). Fosfatasi acida (ACP) La fosfatasi acida è composta da una varietà di isoenzimi geneticamente eterogenei. Sono descritte quattro forme: eritrocitaria, lisosomiale, prostatica... — | approfondisci »

Reazione di Mac Lagan

La reazione di Mac Lagan in medicina è un sistema diagnostico Utilizzi Si utilizza per controllare la funzionalità epatica avviene attraverso il timolo; può evidenziare forme di epatiti Attualmente si utilizzano altri sistemi come la bilirubina sierica, la fosfatasi alcalina; le aminotransferasi (dette anche transaminasi) ossia l'aspartato transaminasi, le acetilcolinesterasi; il tempo di protrombina (Tempo di Quick). ... — | approfondisci »

Insufficienza epatica

, attività protrombinica (i fattori della coagulazione sono quasi tutti sintetizzati nel fegato), bilirubina. Altri test utili sono gli indici di citolisi (transaminasi), di colestasi (fosfatasi alcalina, gamma GT), esami di laboratorio (markers virali, antitripsina, sideremia, ferritina) e strumentali (ecografia epatica, TAC, biopsia epatica) che consentono di diagnosticare la malattia epatica all'origine dell'insufficienza cronica. Terapia La terapia è basata sul riposo, dieta ipercalorica a basso... — | approfondisci »

Osteoblasto

cristallizzata, è detta tessuto osteoide. All’interno della matrice sono presenti numerose vescicole di secrezione ricche di un enzima caratteristico, la fosfatasi alcalina, e di ioni Ca2+ e (PO4)2-: queste vescicole costituiscono i primi nuclei di mineralizzazione della matrice. La membrana cellulare aderisce alla matrice pericellulare per mezzo di integrine specifiche. L'osteoblasto contiene al suo interno delle granulazioni PAS-postive dette Matrix vescicoles o globuli calcificanti, provvisti di membrana... — | approfondisci »

Cirrosi biliare primitiva

colestasi (gamma-GT e Fosfatasi Alcalina). La diagnosi è data dalla presenza di almeno due dei seguenti tre criteri: • positività della ricerca degli Anticorpi Anti-Mitocondrio (AMA) (che si riscontra nel 95% dei casi) a titolo adeguato (1:40 all'immunofluorescenza indiretta); • persistenza per oltre 6 mesi di alti valori di fosfatasi alcalina (maggiori di 1.5 volte); • biopsia epatica compatibile. Gli AMA sono considerati anticorpi altamente specifici e sensibili, e la loro presenza nel siero è... — | approfondisci »

Isoenzima

della creatinchinasi (nota anche come creatin fosfochinasi) (CK o CPK) CK-MB, CK-MM, CK-BB; • della fosfatasi alcalina (ALP) ALP1, ALP2, ALP3, ALP4; • dalle amilasi pancreatica e salivare; • della lattico deidrogenasi (LDH) LDH1, LDH2, LDH3, LDH4, LDH5; • dell'aspartato transaminasi (AST) AST1 citoplasmatica, AST2 mitocondriale; • della piruvato deidrogenasi chinasi (PDK) PDK1, PDK2; • dell'α-reduttasi tipo 1 e tipo 2; • della glucochinasi (GK) nel fegato ed esochinasi (HK) nel muscolo... — | approfondisci »

Osteoporosi

MetabolOsseo.png

-terminale del collagene I (NTX-I) (urine, siero) • Telopeptide C-terminale del collagene I (CTX-I) (urine, siero) 1. Marcatori di formazione: • Fosfatasi alcalina (ALP)(siero) • Fosfatasi alcalina ossea (bALP)(siero) • Osteocalcina (BGP) (siero) • Propeptide C-terminale del procollagene tipo I (siero, urine) • Propeptide N-terminale del procollagene tipo I (siero, urine) Diagnostica istologica Biopsia del bordo del bacino (cresta iliaca). Terapia Profilassi Diagnosi differenziale... — | approfondisci »

Morbo di Paget

conseguenza la compressione del midollo o delle strutture della fossa cranica posteriore. Altra evenienza, descritta nelle forme più gravi, è lo sviluppo di un sarcoma. Diagnosi La diagnosi è costituita da analisi del sangue che verificano l'aumento di fosfatasi alcalina, indicante l'attivazione cellulare per la sintesi del tessuto osseo; inoltre si effettuano radiografie e esame delle urine che verificano il valore della idrossiprolina, attestante la decomposizione ossea. Terapia La terapia medica... — | approfondisci »

Peritonite

della creatinina, ipoalbuminemia, riduzione dei fattori della coagulazione, aumento degli indici di necrosi cellulare(GOT, GTP, LDH), iperbilirubinemia, aumento di gammaGT, fosfatasi alcalina, ipossiemia, alcalosi respiratoria, acidosi metabolica quando insorge shock ipovolemico o settico. Esami strumentali Rx a vuoto dell'addome, ecografia, TAC. Terapia La terapia è nella maggior parte dei casi chirurgica e si basa sulla risoluzione delle cause specifiche che hanno portato ad un quadro di... — | approfondisci »

Saggio GUS

alghe, nei funghi e in quasi tutti i batteri non c'è attività GUS endogena , per cui la tecnica può essere usata proficuamente. Altri sistemi reporter Oltre al gene uidA per la beta-glucuronidasi, altri geni sono stati utilizzati come reporter per l'analisi dell'attività dei promotori. Altri sistemi in competizione con il GUS sono basati su, per esempio, luciferasi, GFP, beta galattosidasi, cloramfenicolo acetiltransferasi e fosfatasi alcalina. Altri usi Il saggio GUS non si limita allo studio... — | approfondisci »

ELISA

Elisa.gif

anti-immunoglobiline umane,che possono essere ottenute da animali di grossa taglia inoculando in essi siero umano(le cui proteine sono riconosciute come antigeni estranei al sistema immune dell'animale e quindi determinano la formazione di anticorpi).Questo anticorpo viene coniugato con un enzima (da cui il nome del test), tipicamente perossidasi o fosfatasi alcalina, e lavaggio con soluzione tampone; L'anticorpo secondario si lega selettivamente all'antigene, se presente, e l'eccesso viene lavato... — | approfondisci »

RACE

'oligonucleotide soltanto le molecole di RNA che possiedono un'estremità 5' intatta. Questo è possibile utilizzando il metodo chiamato cap-finder o RLM (RNA ligase mediated), che sfrutta il capping dell'estremità 5' dei messaggeri eucariotici. In questo metodo le molecole di RNA vengono dapprima defosforilate utilizzando l'enzima CIP (calf internal phosphatase, fosfatasi alcalina di vitello) in modo da renderle incapaci di legarsi tra loro per effetto della ligasi utilizzata in seguito. Poi si apre il capping delle... — | approfondisci »