Esilio Avignonese

Documenti, citazioni, libri e foto dal mondo Wiki

Louis de Wohl

così il famoso "esilio avignonese". Fra le sue opere si ricordano le biografie romanzate di don Giovanni d'Austria, di san Tommaso d'Aquino, di santa Caterina, di sant'Elena, di san Benedetto e del centurione Longino. Altri progetti ... — | approfondisci »

  • Nome: Louis de Wohl
  • Nazionalità: tedesco
  • Data Di Nascita: 24 gennaio 1903
  • Luogo Di Nascita: Berlino
  • Attività: scrittore
  • Inoltre: . I suoi romanzi sono stati tradotti in dodici lingue

Stroncone

comune compaiono la croce bianca su fondo rosso e le chiavi pontificie. Con il XIV secolo la cittadina, seguendo ancora il destino di Narni, appare governata dai rettori dello Stato Pontificio, sostituiti dal 1377, alla fine dell'esilio avignonese dei papi, da vicari della Santa Sede che governano attraverso un commissario. Nel 1394 la rocca fu occupata da Pandolfo III Malatesta e nel 1404 da Andrea Tomacelli (fratello di Papa Bonifacio IX), quando, per liberarsi del presidio signorile, gli... — | approfondisci »

  • Comune: Stroncone
  • Provincia: TR
  • Regione: UMB
  • Prefisso: 0744
  • Abitanti: 4.815
  • Denominazione Abitanti: stronconesi
  • Superficie: 71,38
  • Altitudine: 450
  • Patrono: Beato Antonio Vici da Stroncone
  • Sito web

Viterbo

San Lorenzo Viterbo.jpg

papi non verranno più a risiedere in questo splendido comune dell'alto Lazio. Con la curia papale a Viterbo, la città aveva raggiunto il suo massimo splendore, sia economico, quale centro posto lungo vie di comunicazione importanti, come la Via Cassia e la Francigena, che architettonico, con l'edificazione di edifici pubblici municipali, torri, chiese nel fiorire dello stile gotico che i cistercensi avevano inaugurato nel luogo con l'Abbazia di San Martino al Cimino. L'esilio avignonese dei papi... — | approfondisci »

San Miro

Brigido un angelo dicendogli di riferire a Miro che il volere di Dio era che tornasse alla terra natale, facendo a ritroso lo stesso percorso. Miro partì subito. Discese la montagna, rivide Roma e tre fanciulli che l’avevano accompagnato, fu benedetto dal papa Gregorio XI che dall’esilio avignonese era ritornato a Roma, quindi partì. Dopo lungo cammino raggiunse San Giorgio della Lomellina. Qui, ospitato da un agricoltore, trovò una cittadina afflitta dalla lunga siccità. Miro, mosso a compassione... — | approfondisci »

  • Nome: Miro
  • Nazionalità: italiano
  • Data Di Nascita: 1306 o 1336
  • Luogo Di Nascita: Canzo
  • Attività: francescano
  • Inoltre: è stato un eremita e pellegrino, appartenente, secondo alcuni studiosi, al terz'ordine francescano, venerato come beato dalla Chiesa cattolica, ma chiamato santo nella regione lariana, in particolare a Canzo e Sorico

Castel Sant'Angelo

Castel Sant'angelo.jpg

pontefice dalla basilica di San Pietro alla fortezza. Nel 1367 le chiavi dell'edificio vennero consegnate a papa Urbano V, per sollecitarne il rientro a Roma dall'esilio avignonese. Da questo momento Castel Sant'Angelo lega inscindibilmente le sue sorti a quelle dei pontefici: per la sua struttura solida e fortificata i papi lo utilizzeranno come rifugio nei momenti di pericolo, per ospitare l’Archivio e il Tesoro Vaticani, ma anche come tribunale e prigione. Nel 1379 il Castello venne quasi... — | approfondisci »

Cattività avignonese

Avignon, Palais des Papes by JM Rosier.jpg

La Cattività avignonese è un periodo della storia della Chiesa (dal 1309 al 1377) in cui la sede papale si spostò da Roma ad Avignone. Il termine Il termine cattività viene dal latino captivus (prigioniero). Tale termine presso i coevi non sottintendeva tanto una prigionia dei Papi presso i Re di Francia, bensì una situazione di esilio paragonabile a quella vissuta dal popolo ebraico durante la cattività babilonese (587 a.C.-517 a.C.). Esso venne indirettamente coniato dal Petrarca: nel... — | approfondisci »