Era Arcaica

Documenti, citazioni, libri e foto dal mondo Wiki

Xoanon

ArtemisEphesus.jpg

Uno xoanon (in greco: ξόανον; plurale: ξόανα xoana, dal verbo ξέειν, xein, intagliare o raschiare il legno ) era un'arcaica immagine cultuale in legno della Grecia antica. I greci classici associavano tali oggetti di culto, se aniconici o effigi, con il leggendario Dedalo. Molte di tali immagini cultuali furono conservate in tempi storici, sebbene nessuna sia sopravvissuta fino ad oggi, eccetto laddove le loro immagini vennero copiate nella pietra o nel marmo. Nel secondo secolo d.C.... — | approfondisci »

Dei del sogno (I Cavalieri dello zodiaco)

Gli Dei del sogno sono un gruppo di quattro dei guerrieri, fratelli apparsi nel manga I Cavalieri dello zodiaco - The Lost Canvas - Il mito di Ade, ispirati agli dei del sogno della mitologia greca. Sono personaggi tratti dai tre Oneiroi della mitologia classica, a cui s'aggiunge Oniro, divinità del sogno dell'era arcaica da cui si sono sviluppate le altre tre. Sono alle dirette dipendenze di Ipno, a sua volta sottoposto di Ade e al pari degli Specter indossano anche loro delle Surplici. Nel... — | approfondisci »

Vindex

Il vindex era una figura del diritto romano di età arcaica e repubblicana, previsto dalle legis actiones (processo privato). Si tratta di un garante sostituisce in toto alla figura del debitore sottoposto alla manus iniectio. Dopo essersi assunto l'obbligo è sul vindex che grava la sentenza del processo e le eventulai conseguenza negative, che secondo il principio della litiscrescenza vengono raddoppiate. Il vindex che non adempie al suo debito viene ceduto al creditore insoddisfatto che lo... — | approfondisci »

Uk (cirillico)

La ', minuscolo ', chiamata Uk è una lettera arcaica dell'alfabeto cirillico. In origine era una legatura del glifo usato per "О" e "У" scritto orizzontalmente. In seguito venne scritto sempre più rapidamente come una legatura verticale, e poi venne sopresso, in favore dell'unica "У". Nonostante non appaia più nell'alfabeto cirillico, una sua forma ulteriormente legata esiste ancora, nella lettera Ju (Ю), che era sé stessa una legatura di Iže (adesso И) ed Uk. ... — | approfondisci »

Eteria

Un'eterìa (dal greco ἑταῖρος, "hetaîros" = compagno) era, nella polis della Grecia arcaica, un'associazione nella quale i membri si legavano fra di loro attraverso un giuramento. Si trattava verosimilmente di associazioni di nobili con in comune interessi militari (ad esempio in Omero) oppure familiari. Nell'isola di Creta, invece, le eterie erano divisioni della popolazione locale e i loro membri avevano l'abitudine di pranzare insieme. Ad Atene, così come in altre città greche, le eterie... —

Lega achea

La Lega Achea era una federazione di città-stato sorta in Grecia in epoca arcaica. La Lega ha origine in Acaia, da cui deriva il nome Achei agli abitanti di questa regione della Grecia, che occupa un'area peloponnesiaca. Questa regione comprendeva dodici città unite in federazione. A capo di questa Lega vi erano due strateghi, poi ne bastò uno solo a cui era proibita la iterazione della nomina. Lo stratega era affiancato da demiurghi, ipparchi, ipostrateghi, tamiai e grammateis. La... — | approfondisci »

Poesia giambica

La poesia giambica era un tipo di poesia simposiale della Grecia arcaica nata intorno al VII secolo a.C., caratterizzata da turpiloquio, invettiva, osceno e ridicolo. Prende il suo nome dal metro che la caratterizza, il giambo appunto, caratterizzato da ritmo ascendente e rapido. L’inventore di questo genere di poesia è ritenuto unanimemente Archiloco di Paro, e i suoi maggiori esponenti sono Ipponatte di Efeso e Semonide Comunemente i giambi erano caratterizzati da argomenti e toni... — | approfondisci »

Donoussa

Donoussa è un'isola delle piccole Cicladi. Si trova a 9 miglia nautiche da Naxos ed è circondata da scogli ed isolotti. Amministrativamente è una comunità della prefettura delle Cicladi. Donousa è stata abitata nell'era arcaica come hanno dimostrato scavi nelle località Myti Achtià e Vathi Limenari. Durante l'epoca romana fu luogo di confino. Virgilio fa riferimento all'isola nell'Eneide. Nel medioevo fu un covo di pirati Secondo la mitologia fu il luogo dove Dioniso nascose Arianna quando... — | approfondisci »

Antenore (scultore)

Antenore figlio di Eumares era nativo di Atene le sue opere rappresentano il passaggio dall'età arcaica allo stile severo. La sua opera più nota sono due statue bronzee che ritrarevano i Tirannicidi Armodio e Aristogitone, che uccisero Ipparco, nel 514 a.C. L'opera eseguita intorno al 510 a.C. venne posta nell'Agorà ateniese dove due giovani divennero il simbolo della libertà. Questo gruppo fu trafugato dai Persiani durante l'occupazione di Atene nel 480 a.C. (vedi Guerre Persiane) e... —

  • Nome: Antenore
  • Nazionalità: greco antico
  • Data Di Nascita: VI secolo a.C.
  • Luogo Di Nascita: Atene
  • Attività: scultore

Astronomia greca

Heliocentric.jpg

Concezioni arcaiche Le idee cosmologiche diffuse tra i Greci dell'epoca arcaica sono ricavabili dai poemi omerici. La Terra era concepita come un disco piatto circondato dal fiume Oceano. Al di sopra del disco, in forma di calotta semisferica, era posto il Cielo, mentre al di sotto vi era il Tartaro. Poiché il Tartaro è sempre buio il Sole (e gli altri astri) non potevano mai raggiungerlo. Secondo una tradizione riferita da Ateneo (I Deipnosofisti, 469e-470d), e presente già nella mitologia... — | approfondisci »

Giove (divinità)

sigla O. M. sta per Ottimo Massimo. Giove Ottimo Massimo Nume tutelare nell'epiteto di Giove Ottimo Massimo dello Stato romano aveva a Roma il suo santuario principale sul Campidoglio, dove era venerato in età arcaica nella triade Giove-Marte-Quirino, poi evolutasi in età repubblicana in Giove-Giunone-Minerva. Al suo culto era consacrato il flamine maggiore chiamato Flamine diale, il quale rivestiva una particolare importanza e sacralità in quanto quasi personificazione vivente di Giove, di cui... — | approfondisci »

More Veneto

mese dell'anno, come indicato dal nome. Capodanno Veneto Il Capodanno Veneto, fissato il 1º marzo, era quindi una festività ufficiale della Serenissima Repubblica. L'uso di fissare l'inizio dell'anno in corrispondenza dell'inizio della primavera e del risveglio naturale della vita era pratica arcaica molto diffusa e riscontrabile anche in altri calendari, come nel caso del capodanno cinese. La tradizione del Capodanno Veneto tuttora sopravvive nelle tradizioni di alcune zone della pedemontana... — | approfondisci »