Dotto Cistico

Documenti, citazioni, libri e foto dal mondo Wiki

Coledoco

Il coledoco è il dotto originato dall'unione tra il dotto cistico che origina dalla cistifellea e il dotto epatico, che origina dal fegato. Termina con uno sfintere che si affaccia all'ampolla del Vater. La sua funzione è il trasporto della bile tra dotto epatico, cistifellea ed ampolla del Vater. Disposizione e confini Il dotto origina e decorre nel legamento epato-duodenale (pars tensa), dove fa parte della triade insieme alla vena porta ed all'arteria epatica. In particolare, passa... — | approfondisci »

Sistema biliare

Bilebladder.png

Il sistema biliare drena la bile prodotta nel fegato dagli epatociti verso la cistifellea per l'immagazzinamento e verso il duodeno per la secrezione intestinale. È costituito da vasi che si possono dividere in intra- ed extraepatici. I dotti principali, destro e sinistro, sono ilari, mentre il dotto epatico comune è extraepatico. Si connette al dotto cistico formando il coledoco che sbocca in duodeno. Essi traggono la loro origine a livello dell'ilo (porta) del fegato, luogo nel quale tutti... — | approfondisci »

Sfintere di Oddi

Gray1057.png

epatoduodenale; una struttura mescolare a forma di otto che avvolge prima il coledoco e il dotto di wirsung, quindi l'ampolla del Vater. La funzione dello sfintere è importantissima per l'organismo umano; infatti la contrazione dello sfintere nella fase di digiuno causa la risalita della bile lungo il coledoco; quindi attraverso il dotto cistico si porterà nella cistifellea dove si accumulerà e concentrerà per poi essere rilasciata durante un pasto lipidico in seguito all'onda peristaltica provocata dalla... — | approfondisci »

Neuroma

profondi (molto frequenti i neuromi da amputazione, ad esempio nel moncone del dotto cistico dopo colecistectomia). I neuromi superficiali sono spesso caratterizzati da forte dolorabilità; la minima stimolazione, anche tattile, scatena un forte dolore. Nella pianta del piede, in prossimità della testa distale delle ossa metatarsali (arco plantare anteriore), è abbastanza frequente il neuroma di Morton, caratterizzato da fibrosi e da iperplasia dei fasci nervosi, causato dal trauma cronico derivante... — | approfondisci »

Idrope

L'idrope (dal greco hudrops) è un anormale accumulo (propriamente versamento) di fluido sieroso (trasudato) nei tessuti o in un corpo cavo. Idrope addominale Sinonimo di ascite. Idrope della colecisti Complicazione della colelitiasi, dovuta all'esclusione della colecisti dal circolo biliare per ostruzione del dotto cistico. La mucosa della colecisti assorbe i pigmenti biliari e le altre componenti della bile secernendo muco: si riempie così di una soluzione acquosa\mucosa. Idrope fetale... — | approfondisci »

Cistifellea

per intero rivestita dal peritoneo che riveste la faccia viscerale del fegato andando così a costituire il foglietto inferiore del legamento coronario di questo. Il suo compito è quello di immagazzinare la bile, prodotta dagli epatociti, che verrà utilizzata durante i processi digestivi. La bile viene riversata nella porzione discendente del duodeno attraverso il dotto coledoco nato dalla confluenza del dotto epatico e del dotto cistico, il quale è in diretta continuità con il collo della... — | approfondisci »

Colestasi

cistico della cistifellea per formare il coledoco. Questo dotto entra nel duodeno attraverso l'ampolla del Vater. Le due distinzioni principali della colestasi sono il tipo ostruttivo, dove c'è un blocco fisico nel sistema duttale come può accadere a causa di calcoli o tumori, ed il tipo metabolico, dove ci sono alterazioni nella formazione della bile che possono essere causate da difetti genetici od acquisiti come effetto collaterale di trattamenti medici. Eziologia Sintomi Si aggiungono anche i... — | approfondisci »

Colecistectomia

Gallbladderop.jpg

'intervento consiste nell'isolamento degli elementi del triangolo di Calot (dotto cistico, arteria cistica); in particolare si isola per primo (generalmente) il dotto cistico per eseguire la colangiografia intraoperatoria che ha lo scopo di visualizzare la via biliare per vedere se sono presenti calcoli anche in questa sede. Successivamente vengono sezionati il dotto cistico e l'arteria cistica tra lacci o clip in titanio. Si procede quindi allo scollamento della colecisti dal letto epatico, scollamento che può... — | approfondisci »

Bile

epiteliali aggiungono una soluzione acquosa, ricca in bicarbonati che diluisce e aumenta l'alcalinità del liquido. La bile quindi fluisce nel dotto epatico comune, che unisce il dotto cistico dalla colecisti a formare il dotto biliare comune. Il dotto biliare comune curvando si unisce con il dotto pancreatico per sfociare alla fine nel duodeno. Quando lo sfintere di Oddi è chiuso, alla bile è impedito il refluire nell'intestino e fluisce invece nella colecisti, dove viene immagazzinata e concentrata fino... — | approfondisci »

Fegato

Leber Schaf.jpg

inferiore diventa la cistifellea con il dotto cistico. Durante lo sviluppo del feto la principale fonte di sangue per il fegato è la vena ombelicale, che trasporta al feto le sostanze nutrienti. La vena ombelicale entra nell'addome all'altezza dell'ombelico e sale lungo l'estermità libera del legamento falciforme fino alla superficie inferiore del fegato, dove si unisce al ramo sinistro della vena porta. Il dotto venoso di Aranzio porta il sangue dal ramo sinistro della vena porta al ramo sinistro... — | approfondisci »