Barocco Catanese

Documenti, citazioni, libri e foto dal mondo Wiki

Chiesa di San Francesco Borgia

La Chiesa di San Francesco Borgia è ubicata in via dei Crociferi, la strada più scenografica del barocco catanese. Dotata di uno scalone a doppia rampa, ha una facciata molto lineare in stile accademico romano. Si svolge su due ordini di colonne binate in marmo. L'interno è a tre navate molto ampie e luminose. Gli altari laterali sono in marmo e presentano delle pale di pittori catanesi del XVIII secolo. La cupola è affrescata con temi richiamanti l'ordine dei gesuiti, del pittore Olivio... — | approfondisci »

Palazzo Valle

Il Palazzo Valle è uno degli edifici più rappresentativi del barocco catanese ed è ubicato a Catania al numero 120 di Via Vittorio Emanuele II nel centro storico della città. L'edificio L'edificio è una delle opere più eleganti dell'architetto Gian Battista Vaccarini che ebbe gran parte nella ricostruzione di Catania dopo il disastroso terremoto del Val di Noto del 1693. Costruito in stile barocco consta di un piano botteghe con annessi mezzanini e quindi del piano nobile residenza del... — | approfondisci »

Francesco Battaglia

professione, stavolta, di architetto. A Catania divenne, quindi, soprintendente ai lavori dell’Almo Studio dal 1759, professore di geometria pratica e architettura civile presso l’Università (1779-88), architetto della Deputazione Opere Pubbliche e del Real Patrimonio (1763-78). Con Stefano Ittar, altro importante architetto di origine polacca, costituirà un sodalizio fondamentale per il barocco catanese, in quanto si fonderanno nelle loro opere la tradizione architettonica barocca di respiro europeo con... — | approfondisci »

  • Nome: Francesco Battaglia
  • Nazionalità: italiano
  • Data Di Nascita: 1701
  • Attività: architetto
  • Inoltre: , che operò nella Sicilia Orientale nel XVIII Secolo

Via dei Crociferi

e collega la Badia grande alla Badia piccola. Ad essa si accede a mezzo di una scalinata ed è contornata da una cancellata in ferro battuto. Proseguendo si incontra la Chiesa di San Francesco Borgia alla quale si accede tramite due scaloni. A seguire si incontra il Collegio dei gesuiti, vecchia sede dell’Istituto d’Arte, con all’interno un bel chiostro con portici su colonne ed arcate. Di fronte al Collegio è ubicata la Chiesa di San Giuliano considerata uno degli esempi più belli del barocco... — | approfondisci »

Chiesa di San Francesco d'Assisi all'Immacolata

La Chiesa di San Francesco d'Assisi all'Immacolata si trova sulla piazza omonima nel centro storico di Catania. Descrizione Facciata La facciata della chiesa in tardo barocco catanese domina la piazza omonima su cui è ubicata. Vi si accede a mezzo di una scalinata che conduce all'ingresso. Il prospetto principale è a due ordini ed ai lati si innalzano due campanili gemelli con copertura a cupola. Il sagrato è contornato da una balaustra di marmo con statue di santi. La costruzione attuale... — | approfondisci »

Palazzo del Toscano

e nera tipici di altri monumenti del barocco catanese. Abitato dalla Famiglia Tedeschi Bonadies baroni di Villermosa, nel 1858 fu destinato dall'ultimo discendente della casata al nipote Antonino Paternò 1° Marchese del Toscano, che di lì a poco sarebbe divenuto primo sindaco di Catania, malgrado le precedenti affermazioni di fede borbonica. Il Marchese del Toscano, a sostegno dell'ascesa del casato nell'Italia Unita, decise di continuare la costruzione del palazzo, rimaneggiandone però l... — | approfondisci »

Basilica della Collegiata

prospettare sulla via Uzeda (l'attuale via Etnea), prevista dal piano di ricostruzione. La facciata, progettata da Stefano Ittar, è un magistrale esempio di barocco catanese. Esterno La facciata campanile (tipica della tradizione siciliana) è su due ordini e nel primo ordine ha sei colonne in pietra, sormontate da una balaustra. Nel secondo ordine vi è un finestrone centrale ed ai lati quattro grandi statue di san Pietro, san Paolo, Sant'Agata e santa Apollonia. Sul secondo ordine un elemento centrale... — | approfondisci »

Stefano Ittar

Catania,_Santa_Maria_dell'Elemosina.jpg

, sovrintendeva anche i lavori di ampliamento del palazzo appartenente a Don Ignazio Paternò-Castello Principe di Biscari, che nel frattempo era diventato il protettore di Ittar. Ebbe nove figli, tra cui Sebastiano ed Enrico, che intrapresero la professione paterna. Insieme al suocero, con cui costituirà un sodalizio artistico fondamentale per il barocco catanese, Stefano realizzò la porta Ferdinandea (1768), la piazza di S. Filippo (1768-69) e la chiesa della Trinità. Gli si attribuiscono i prospetti della... — | approfondisci »

  • Nome: Stefano Ittar
  • Nazionalità: polacco
  • Data Di Nascita: 1724
  • Luogo Di Nascita: Owrócz
  • Attività: architetto
  • Inoltre: , particolarmente attivo in Italia

Ciottolato

barocco, quando grazie all'alternanza di ciottoli bianchi e grigio scuri si ottenevano particolarissimi disegni geometrici. Fra i cortili più belli del barocco catanese che presentano un mirabile esemplare di pavimentazione a ciacato si ricorda quello circolare del Convitto Cutelli. Un altro tipo di ciottolato è la rizzata alla lombarda, una pavimentazione realizzata con ciottoli di fiume allettati su un letto di malta. Gli elementi costituenti la pavimentazione possono essere disposti casualmente... — | approfondisci »

Palazzo Fassari Pace

specularmente affacciato sempre su via Vittorio Emanuele all’oriente angolando con piazza dei Martiri o piano della Statua, il quale ospita al suo interno sia uffici dell’Università, sia un modesto alberghetto affittacamere), non conservati nella loro interezza e in modo dubbio ammodernati. La sua presenza nondimeno ancor solenne nel contesto della antica strada del Corso, arricchisce il barocco catanese, di stile classico ed echeggiante spesso quello romano, donando nonostante il decadimento, quel profumo... — | approfondisci »

Catania

OldCatania.png

fronte al Collegio è ubicata la chiesa di San Giuliano considerata uno dei più begli esempi del barocco catanese. L'edificio, attribuito all'architetto Giovan Battista Vaccarini, ha un prospetto convesso e delle linee pulite ed eleganti. Proseguendo ed oltrepassando la via Antonio di Sangiuliano, si può ammirare il convento dei Crociferi e quindi la chiesa di San Camillo. In fondo alla via è ubicata Villa Cerami, che è sede della facoltà di giurisprudenza dell'Università di Catania. Monumenti... — | approfondisci »

  • Comune: Catania
  • Provincia: CT
  • Regione: SIC
  • Prefisso: 095
  • Abitanti: 296.286
  • Denominazione Abitanti: catanesi
  • Superficie: 180,88
  • Altitudine: 7
  • Patrono: Sant'Agata
  • Sito web

Cappella Bonajuto

La cappella Bonajuto o del Salvaterello è un edificio religioso d'epoca bizantina di Catania, eretto tra il VI e il IX secolo d. C. . Descrizione Uno dei pochi edifici di rilievo superstite dell'epoca bizantina a Catania, la cappella è collocata all'interno del barocco palazzo Bonajuto in via Bonajuto 7, nel popolare quartiere catanese della Civita. Si presenta a croce greca con pianta quadrata, cupola e tre absidi («cellae trichorae» o «chiesa a trifoglio») in forma simile alla cuba... — | approfondisci »