Aleardo Aleardi

Documenti, citazioni, libri e foto dal mondo Wiki

Aleardo Aleardi

Biografia Aleardo Aleardi - il cui nome di battesimo era Gaetano Maria, poi da lui mutato in Aleardo - nacque a Verona nel 1812 da Maria Canali e dal conte Giorgio Aleardi. Dopo aver studiato legge all'Università di Padova insieme con gli amici Giovanni Prati e Arnaldo Fusinato, ritornò a Verona, interessandosi di poesia e di critica d'arte. Tra i suoi primi componimenti vi sono Il matrimonio (1842), un'esaltazione delle nozze come espressione di civiltà, e l' Arnalda di Roca, del 1844... — | approfondisci »

  • Nome: Aleardo Aleardi
  • Nazionalità: italiano
  • Data Di Nascita: 14 novembre 1812
  • Luogo Di Nascita: Verona
  • Attività: poeta
  • Inoltre: , appartenente alla corrente del romanticismo nato Gaetano Maria Aleardi

Gaetano Trezza

Opere • Dei canti di Aleardo Aleardi, Cremona 1861 • Saggio critico sulle lettere latine, Cremona 1862 • Gesù e le origini del cristianesimo, s.l. 1863 • Cristianesimo e scienza, Milano 1864 • La scienza delle lettere, s.l. 1865 • Lucrezio, Firenze 1870 • Horatius Flaccus, Quintus - Le odi di Orazio Flacco, pubblicate secondo i migliori testi, Firenze 1872 • La natura fantastica e natura scientifica: discorso per la inaugurazione degli studi letto il 16 novembre 1876 • Epicuro e l... — | approfondisci »

  • Nome: Gaetano Trezza
  • Nazionalità: italiano
  • Data Di Nascita: 13 novembre 1828
  • Luogo Di Nascita: Verona
  • Attività: scrittore

Ponte Aleardi

Il Ponte Aleardi è un ponte di Verona sul fiume Adige. Storia Costruito nel 1879, fu intitolato al poeta veronese Aleardo Aleardi per via della sua scomparsa l'anno precedente. Fu costruito dopo ponte Navi, per collegare più velocemente la città al cimitero monumentale. Già nel 1882 il ponte venne abbattuto da un'inondazione, e venne ricostruito in ferro nel 1884, ma dato il deterioramento troppo rapido del materiale nel '39 fu decisa la sua ricostruzione in cemento armato. Il ponte non... — | approfondisci »

Aleardo

Aleardo è un nome proprio di persona italiano maschile. Varianti • Alterati: Leardo, Alealdo, Leardino, Lealdo. • Femminili: Alearda, Learda, Leardina. Origine e diffusione Forse riprende il nome germanico Alhard o Adelhard, composti da athala, nobiltà, o ala, tutto, e hardhu, duro, forte. Oppure può essere di derivazione latina, da Aleardus che significa "amante del rischio". La diffusione può rappresentare una ripresa del nome del patriota e poeta veronese Aleardo Aleardi. Onomastico... — | approfondisci »

Società Letteraria di Verona

associati più importanti ci sono Aleardo Aleardi, Cesare Lombroso, Carlo Montanari e Ippolito Pindemonte. Collegamenti esterni • Sito della Società Letteraria di Verona ... — | approfondisci »

Senatori della XI Legislatura del Regno d'Italia

• Ignazio Genuardi • Giovanni Battista Giorgini • Ercole Lanza di Trabia • Raffaele Santanello • Camillo Trombetta • Giovanni Visone 1873 • Aleardo Aleardi • Damiano Assanti • Giuseppe Borsani • Gaspare Cavallini • Tommaso Corsi • Marcello Costamezzana • Niccolò Danzetta • Fedele De Siervo • Fedele Lampertico • Giuseppe Lauria • Giovanni Morelli • Diomede Pantaleoni • Domenico Peranni • Matteo Pescatore • Giuseppe Pica • Giovanni Ricci • Luigi Settembrini • Riccardo Sineo • Leopoldo Valfrè di Bonzo... — | approfondisci »

Jacopo Cabianca

Proveniente da una famiglia nobile ed agiata, si dedicò anche allo studio di sperimentazioni agricole e della progettazione di parchi. In questo ambito si ricorda la sua opera Dei giardini e dell'orticoltura della Provincia di Vicenza. Scrisse inoltre un poema in dodici canti sulla vita del grande poeta Torquato Tasso. Fu amico di Ippolito Nievo ed Aleardo Aleardi. Presso la sua casa, il comune di Vicenza ha posto una targa, con la seguente iscrizione: Il Torquato Tasso Si tratta di un poema... —

  • Nome: Jacopo Cabianca
  • Nazionalità: italiano
  • Luogo Di Nascita: Vicenza
  • Attività: poeta

Società di Belle Arti di Verona

La Società di Belle Arti di Verona (nome originale: Società di Belle Arti in Verona), ha le sue origini nel 1857 dall'iniziativa di personalità della Verona di quell’epoca, tra cui il poeta Aleardo Aleardi, Cesare Bernasconi (che ha scritto libri sull'arte italiana del XIV e l'arte della sua città di Verona), Carlo Alessandri (di famiglia non nobile, ma con risorse economiche) e il politico e senatore del Regno dal 1878 Giulio Camuzzoni (tra i suoi impegni artistici portò alle origini... — | approfondisci »

Giulio Camuzzoni

Sindaco di Verona per 16 anni dal 1867 al 1883. Sindaco di Verona Membro della colta borghesia liberale di Verona, era solito frequentare i salotti borghesi insieme ad altri illustri veronesi come Angelo Messedaglia e Aleardo Aleardi. Nel 1867, un anno dopo l'annessione di Verona al Regno d'Italia, diventa sindaco della città. La sua politica è subito all'insegna della scolarizzazione e dell'industrializzazione. Fa aprire nuove scuole portandole da 7 a 18 con un aumento degli alunni del... — | approfondisci »

  • Nome: Giulio Camuzzoni
  • Nazionalità: italiano
  • Data Di Nascita: 20 agosto 1816
  • Luogo Di Nascita: Verona
  • Attività: politico

Caterina Bon Brenzoni

• I cieli. A M.rs Mary Somerville, Milano, Francesco Vallardi 1853 • Dante e Beatrice, Pisa, Pieraccini 1853 • Poesie, Firenze, Barbèra, Bianchi e C. 1857 • Giannetta di Montamiata, Firenze, Cellini e C. 1868 Bibliografia • Luigi Messedaglia, Aleardo Aleardi, Caterina Bon Brenzoni e Angelo Messedaglia secondo documenti e carteggi inediti o rari, Verona, Mondadori 1920 • Paola Azzolini, Il carteggio fra Angelo Messedaglia e Caterina Bon Brenzoni: appunti per la storia d'un'amicizia letteraria, in... —

  • Nome: Caterina Bon
  • Nazionalità: italiana
  • Data Di Nascita: 28 ottobre 1813
  • Luogo Di Nascita: Verona
  • Attività: poetessa
  • Inoltre: sposata Brenzoni
  • D'un de' tuoi monti fertili di spade, | Niobe guerriera de le mie contrade, | Leonessa d'Italia, | Brescia grande e infelice. (da Canti Patrii, 1857)
  • Quando il tuo sguardo innanzi a me scintilla | Amabilmente pio, | Io chiedo al lume della tua pupilla: | «Dimmi, se il sai, bel messagger del core, | Dimmi, che cosa è Dio?» | E la pupilla mi risponde: – Amore - (citato in Libro di poesie, a...
  • Regina dell'aria, | Dei nembi signora, | Dai ghiacci perpetui, | Mia eterna dimora, | Impero le nuvole, | Oscuro le stelle, | Invio le procelle | Sul torbido mar.

Domenico Milelli

Inno_delle_C._ITA.jpg

Ex seminarista, volontario garibaldino, animatore di circoli scapigliati, politico impegnato, professore di scuola media più volte sospeso e revocato, si affermò come poeta dal temperamento esuberante. Amante di Evelina Cattermole Mancini, in arte Contessa Lara, fu amico di Giosuè Carducci in un primo momento dopo l’accusò di tradimento dell'idea socialista. Opere • Prometeo : dal libro dei poemi : parte prima / Domenico Milelli - Caserta - \18..! • Ad Aleardo Aleardi / De Siena - Milano... — | approfondisci »

  • Nome: Domenico Milelli
  • Nazionalità: italiano
  • Data Di Nascita: 1841
  • Luogo Di Nascita: Catanzaro
  • Attività: poeta

Vittorio Betteloni

Biografia Inizia, appena adolescente, a buttar giù versi con l'incoraggiamento del padre Cesare, anch'egli poeta, alla cui morte per suicidio, nel 1858, è affidato alla tutela dell'altro noto poeta e amico di famiglia, Aleardo Aleardi, che lo iscrive alla facoltà di legge dell'Università di Padova. Dal 1859 prosegue gli studi a Torino e poi a Pisa dove si laurea e scrive le prime prove poetiche, il Canzoniere dei vent'anni. Si reca spesso a Milano, frequentandovi e stringendo amicizia con... —

  • Nome: Vittorio Betteloni
  • Nazionalità: italiano
  • Data Di Nascita: 14 giugno 1840
  • Luogo Di Nascita: Verona
  • Attività: poeta